Estate e Covid, sull’Altopiano delle Rocche i turisti scelgono gli sport di montagna

di Redazione | 13 Luglio 2020 @ 06:29 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

LUCOLI – Cicloturismo, escursionismo, trekking e tutti quegli sport a contatto con la natura. Nell’estate del Covid è il turismo sportivo quello preferito dagli italiani che hanno deciso di trascorrere le proprie vacanze sull’Altopiano delle Rocche, nel cuore dell’Abruzzo interno.

La conferma arriva dagli operatori attivi nella zona e, in particolare, da Danilo Valentini, titolare del Planet Ski & Bike, che si occupa di noleggio di mountain bike e e-bike a Campo felice, tra i comuni di Lucoli e Rocca di Cambio. Un’area, questa, già in passato meta di turisti da ogni parte del Paese (e non solo) sia in estate che nella stagione fredda, ma che quest’anno, complice la particolare situazione legata al covid, sta registrando un vero e proprio boom di presenze.

Spiega infatti lo stesso Valentini, che “le persone arrivate negli ultimi mesi sono molte di più rispetto agli scorsi anni”.

“Il paese di Rocca di Mezzo è pieno ed è difficile riuscire a trovare sia case che stanze libere negli alberghi – racconta a L’Aquila Blog -. Molti gestori con cui collaboro, alcuni dei quali non hanno nemmeno aderito al “Bonus vacanze”, mi hanno inoltre riferito di avere un gran numero di prenotazioni per lunghi periodi, al contrario di ciò che avveniva negli anni scorsi, con le persone che decidevano di soggiornare nelle nostre zone solo per qualche giorno”.

Un trend questo che ha ricadute consistenti sul territorio, soprattutto in riferimento ai siti limitrofi, alle altre attività legate collateralmente al turismo e alle strutture che si occupano di noleggio di attrezzatura sportiva, come appunto quella gestita da Valentini.

“Stiamo lavorando intensamente su tutta l’area – aggiunge -, ovviamente rispettando tuttele norme anti-covid. La possibilità di praticare sport in queste zone è molto ampia, dato che anche la conformazione del territorio permette di spostarsi facilemnte da un luogo all’altro”.

Tra le mete più ambite, ovviamente i borghi, con i più temerari che riescono a spostarsi anche fino al comune di Ovindoli, ma anche le molte zone naturalistiche presenti sull’altopiano, Prima tra tutte, quella dei Piani di Pezza.

“Senza contare – conclude Valentini -, la presenza di un bike park presso la stazione sciistica di Campo Felice e, già in passato, meta di molti sportivi e amanti del downhill”. (m.s.)


Print Friendly and PDF

TAGS