“Emergenza, democrazia e disuguaglianze dal terremoto alla pandemia”, assemblea a Casematte

di Redazione | 22 Giugno 2020 @ 16:16 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si chiama “Emergenza, democrazia e disuguaglianze – I nostri diritti, dal terremoto aquilano alla pandemia globale” l’assemblea lanciata per mercoledì 24 giugno, alle ore 17,30, dallo spazio sociale dell’Aquila CaseMatte. Si tratta di un incontro che vedrà la partecipazione di persone e organizzazioni da diverse parti d’Italia.

Cosa hanno in comune la gestione di un’emergenza post-sisma e quella di un’emergenza dovuta a una pandemia? E che cosa invece ne fa due situazioni radicalmente diverse?

Negli ultimi mesi – si legge in una nota – abbiamo subito un accentramento senza precedenti del potere territoriale, un vasto uso di decreti presentati come l’espressione di un solo uomo al comando, una sospensione di fatto dello spazio pubblico.

Per la prima volta nella storia, abbiamo vissuto inoltre una situazione in cui tutto, anche le più piccole scelte individuali, era deciso dai dati. Ma sono stati i dati condivisi adeguatamente?

Stiamo vivendo anche un’emergenza in cui in moltissime e moltissimi sono divenuti invisibili e in cui lo Stato nulla ha fatto per loro, decidendo semplicemente di ignorarli.

Dalle misure di sostegno a precari e poveri, al carico di cura in famiglia, sempre sulle spalle delle donne, alle mancate misure di protezione in tema di violenza domestica, fino alla chiusura di spazi di formazione e crescita per bambini e bambine, e alla sospensione delle libertà personali e degli spazi di integrazione e socialità per le persone con problemi di salute mentale.

Le categorie di persone che in un modo o nell’altro sono finite nel dimenticatoio sono quelle che sempre pagano purtroppo il prezzo più caro delle crisi.

Di tutto questo si parlerà nel corso di un’assemblea che si terrà dal vivo, ma con una parte degli interventi a distanza.

L’incontro si terrà a CaseMatte, nel parco di Collemaggio, ma vedrà anche interventi a distanza attraverso le piattaforme digitali. Verrà inoltre trasmessa in diretta Facebook. Il tutto si svolgerà nel rispetto delle misure per il distanziamento fisico.

Tutte e tutti sono invitati a partecipare.

Partecipanti: Casematte: dall’Aquila al Covid, l’emergenza come sospensione degli spazi democratici; Francesca Nava, giornalista: gestione dell’emergenza a Bergamo; Lab. Occ. Insurgencia, Napoli: dai rifiuti ai terremoti all’emergenza sanitaria, gli effetti dello shock economy e del controllo sociale; TerreinMoto, Marche: le emergenze dimenticate. Il terremoto del centro italia e i tentativi di speculazione nelle aree interne; Antonello Ciccozzi: comunicazione del rischio, cos’è cambiato dall’Aquila al Covid; Alberto Puliafito, Slow News: comunicare l’emergenza. Meno, meglio; Andrea Borruso, Ondata: Dati, informazione, emergenza e istituzioni: alcune note sui primi mesi della COVID-19; Alberto Campailla, Nonna Roma: mutualismo a Roma e la situazione degli esclusi dalle situazioni emergenziali; Rete Solidale: mutualismo a L’Aquila e la situazione degli esclusi dalle misure emergenziali; Giovanna Cavallo, Pensando Migrante: le persone di origine straniera e l’esclusione dalle misure emergenziali; Michela Cicculli, LuchaYSiesta: la situazione delle donne e le risposte del movimento femminista; Silvia Frezza, maestra: crescere nelle emergenze. Le bambine e i bambini ignorate nella gestione della ricostruzione post terremoto e da quella sanitaria; FuoriGenere: Per una lettura intersezionale delle emergenze; Simona Giannangeli: CAV L’Aquila


Print Friendly and PDF

TAGS