Elezioni Navelli, Federico si ricandida: “Continuità e rinnovamento”

di Redazione | 22 Agosto 2020 @ 18:27 | VERSO LE ELEZIONI
Paolo Federico
Print Friendly and PDF

NAVELLI- A Navelli (AQ) si ricandida sindaco l’uscente Paolo Federico, 56 anni, funzionario della pubblica amministrazione, già sindaco dal 1999 al 2010.

La lista “Insieme” che lo sostiene, “all’insegna della continuità e del rinnovamento” – come afferma lo stesso Federico – è composta da Daniela Rosa, infermiera, Alessandro Rosa, studente universitario, Gianfranco Napoleone, lavoratore dipendente, Erica Cantalini, studentessa universitaria, Mario Federico, dipendente, Alfonso Pietropaoli, imprenditore agricolo, Serasino Torlone, dipendente, Danilo Di Rosa, dipendente, Fabrizia Federico, studentessa universitaria, Francesco Di Iorio, imprenditore.

“La nostra lista nasce su una proposta elettorale in piena continuità con la programmazione amministrativa portata avanti nelle ultime consiliature”, fa osservare Federico. “Forti dell’esperienza accumulata e delle competenze acquisite, vogliamo rinnovare l’impegno, la serietà e la disponibilità che contraddistinguono ogni singolo candidato consigliere della lista Insieme”.

“Il programma che presentiamo nasce dalla volontà di un gruppo che ha deciso di mettersi al servizio dei cittadini, senza alcuna distinzione di sorta, per agire con l’unico obiettivo del perseguire il bene comune dei cittadini di Navelli”.

L’impegno a favore dello sviluppo del borgo si dipanerà su alcuni capisaldi che già negli ultimi anni hanno fatto di Navelli un punto di riferimento: l’agricoltura, la tutela dei beni storico-architettonici, i prodotti tipici a partire dallo Zafferano Dop.

“Il territorio urbano del Comune di Navelli, a più di undici anni di distanza dal sisma, è ormai prossimo alle ultime fasi della ricostruzione e la nostra amministrazione continuerà a lavorare affinché il recupero di tutto il patrimonio edilizio, sia pubblico che privato, venga risolutivamente ultimato”, dice Paolo Federico.

“Il nostro patrimonio architettonico e naturalistico è di tutto rispetto e ci garantisce l’adesione all’associazione Borghi più Belli d’Italia, attraverso la quale valorizzare beni monumentali, paesaggistici, storici e immateriali. Continueremo ad ospitare, in collaborazione con il Fai, le giornate di primavera e la possibilità di ospitare grandi eventi e grandi nomi”, aggiunge.

“Fiore all’occhiello di queste iniziative sarà la promozione dello zafferano ed i prodotti tipici come volano per Navelli e la sua omonima piana – continua il sindaco uscente – . Molta attenzione sarà data alla valorizzazione dei ceci bianchi e rossi, con la fattiva collaborazione con il Presidio Slow-Food, che ci permette di entrare in un altro circuito nazionale ed internazionale di grande rilevanza e prestigio, da valorizzare in termini sia di produzione e commercializzazione del prodotto, ma anche turistica.

“Riguardo l’agricoltura e la zootecnia, siamo consapevoli del valore strategico che il settore ricopre nella nostra zona e per questo ci impegneremo per farla crescere – conclude Federico – la valorizzazione dei prodotti tipici deve essere intesa come lo strumento per il ritorno ad una agricoltura di qualità che non sia vista come un ripiego ma come una scelta consapevole ed una possibilità di lavoro e di crescita anche per le giovani generazioni”.


Print Friendly and PDF

TAGS