Elezioni in Francia, Jordan Bardella è figlio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio Molise

La famiglia di Jordan Bardella, candidato a primo ministro della Francia, è per tre quarti italiana. Il nonno Guerino veniva da Alvito, nel territorio del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise

di Fausto D'Addario | 03 Luglio 2024 @ 05:37 | RACCONTANDO
Elezioni in Francia, Jordan Bardella
Print Friendly and PDF

Jordan Bardella è l’enfant prodige della destra francese. 28 anni, look irreprensibile, capelli tirati all’indietro, in politica da quando era sedicenne, è il giovane portavoce del partito di Marine Le Pen, Rassemblement National (RN), che alle europee ha appena inflitto una schiacciante sconfitta al presidente Macron, spingendolo alle elezioni anticipate. Attualmente eurodeputato, il carismatico Bardella sta avendo un ruolo non secondario nell’attrarre il pubblico più giovane. Solo su TikTok conta più di un milione di follower. In caso di vittoria, ha dichiarato Le Pen, il suo delfino Jordan ha tutte le carte in regola per diventare primo ministro.

Il cognome Bardella tradisce le sue origini italiane, nonostante il suo sia un partito fortemente anti-immigrazione. Guai però a pronunciarlo Bardèlla, si dice Bardellà, con l’accento finale sulla a. E infatti due inchieste della rivista Jeune Afrique e poi del quotidiano Le Monde hanno fatto luce sul suo segreto di Pulcinella: le origini italiane ed algerine di Jordan, in una Francia dove oggi un adulto su quattro ha almeno un genitore di origine immigrata. I tre quarti dell’albero genealogico di Jordan Bardella sono italiani: la madre Luisa Bertelli Motta ha origini piemontesi, mentre l’altra metà dell’albero ci porta ai confini dell’Abruzzo, nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Suo nonno paterno, Guerino Italo Bardella, era infatti nativo di Alvito, borgo medievale dalla caratteristica forma a ferro di cavallo, aggrappato a mezza costa del Monte Morrone.

Dopo lo scoop e di fronte alle voci sempre più insistenti, è stata Luciana Martini, prima cittadina di Alvito, a fare delle ricerche e rilasciare una dichiarazione. Il nonno di Jordan, Guerino Italo Bardella è effettivamente nato ad Alvito il 1 aprile del 1944. Oggi ridente località nel versante laziale del PNALM, all’epoca era pericolosamente vicina a quel tracciato di fuoco che era la linea Gustav, che divideva l’Italia dalla foce del Garigliano a Ortona. Grazie al ricordo di alcuni anziani abitanti, è stato possibile ricostruire i movimenti della famiglia Bardella ad Alvito: Carmine, il padre di Guerino e quindi bisnonno di Jordan, faceva il meccanico, la moglie Mariantonia lavorava come bracciante e dei quattro figli che ebbero Guerino Italo era il più piccolo. I Bardella erano già andati in Francia, a Montreuil nell’Île-de-France, ma poi erano tornati ad Alvito. Proprio in questo ritorno, nel ’44, nacque Guerino, il nonno di Jordan. Nel 1952 però i Bardella lasceranno definitivamente la terra natìa per trasferirsi in Francia, come tanti italiani, in cerca di lavoro. Guerino sposò Réjane Mada, la figlia di un immigrato algerinoe nel 1968 diede alla luce Olivier Bardella, il papà di Jordan. Il loro matrimonio non durò molto e finì con un divorzio e Guerino andò a vivere in Marocco, a Casablanca; qui si è poi risposato e attualmente vi risiede, apprezzato ebanista ormai più che ottantenne. Sembra si sia anche convertito all’islam, in quanto la conversione è passaggio obbligato per qualsiasi straniero che desideri sposare un cittadino/una cittadina marocchino/a. Mentre il papà Olivier fu una figura piuttosto assente dalla vita di Jordan, il giovane nacque e crebbe a Drancy con la mamma Luisa e per questo il legame e le storie con il Piemonte rimasero sempre forti. Chissà se Jordan Bardella, che in molti indicano come futuro primo ministro di Francia, potrà riallacciare i legami anche con le sue radici alvitane nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise.


Print Friendly and PDF

TAGS