Elezioni, il tour di D’Eramo a Sulmona. E stanotte 5 pullman partono per ‘Pontida’

di Redazione | 17 Settembre 2022 @ 09:06 | VERSO LE ELEZIONI
LEGA
Print Friendly and PDF

 
SULMONA – “Una scuola di formazione d’eccellenza, ricchezza per il territorio, che va sostenuta e potenziata. In modo che apra quanto più possibile le porte agli istituti scolastici e che crei una rete stabile con le università dell’Abruzzo. E poi la Casa di Reclusione, dove ogni giorno operano agenti di cui ho avuto modo ancora una volta di apprezzare professionalità e abnegazione, che garantiscono il rispetto dei diritti dei detenuti ma che sono gravati da problematiche annose a cui vanno trovate soluzioni immediate e strutturate”. A scriverlo in una nota è il deputato della Lega Luigi D’Eramo, ricandidato al collegio plurinominale della Camera, in riferimeno alla giornata di ieri a Sulmona. Il segretario abruzzese del Carroccio ha fatto visita alla scuola di formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del Personale dell’Amministrazione Penitenziaria e alla Casa di Reclusione di Sulmona, in provincia dell’Aquila.
 
Come riporta la nota della Lega, si tratta di due incontri voluti dalla psicologa del Lavoro Roberta Salvati, del direttivo regionale del partito insieme ad Antonio De Panfilis, che lavora nel terzo Dipartimento del partito, il Sociale. 
 
 
Per qianto riguarda la visita alla Scuola di Formazione di Polizia Penitenziaria, ad accogliere D’Eramo, accompagnato dal consigliere regionale Antonietta Laporta, la direttrice, Paola Gubbiotti e il comandante di reparto dell’Istituto, Roberto Rovello. 
 
“Grazie ad un’accoglienza davvero cordiale, abbiamo avuto modo di conoscere a 360 gradi una struttura che è motivo di orgoglio per la nostra regione – ha detto D’Eramo – in Abruzzo abbiamo una delle otto scuole d’Italia e proprio a Sulmona si lavora incessantemente per garantire una didattica sempre più ampia, che ha sofferto le difficoltà delle pandemia ma che ora si prepara ad aprire le porte anche ad altre realtà del territorio. A Sulmona si organizzano corsi di aggiornamento unici nel loro genere, che adeguano ai tempi difficili in cui viviamo, la formazione che devono avere da tutti i punti di vista i nostri agenti di polizia penitenziaria, chiamati ogni giorno ad essere garanti di sicurezza, spesso in condizioni gravosissime, sotto organico e senza strumenti adeguati”.
 
Nella Casa di Reclusione per D’Eramo è stato un ritorno essendo già stato nella struttura. In questa campagna elettorale il segnale lanciato dal deputato della Lega vuole essere quello di rispondere al grido d’allarme che arriva a volte da strutture che soffrono la poca attenzione da parte della politica. La visita si è svolta nella massima sicurezza e nel rispetto di tutte le norme necessarie in un regime penitenziario. Ad accompagnare il deputato, il comandante facente funzioni, dirigente aggiunto Miriam Di Desidero, che ha portato i saluti del direttore reggente Stefano Liberatore e il vice direttore, la dottoressa Celeste D’Orazio.
 
“Ho incontrato i sindacati che rappresentano la Polizia Penitenziaria e abbiamo di nuovo discusso di potenziamento della pianta organica e dell’adeguamento delle strutture affinché si conformino alla normativa vigente. Ancora una volta ho potuto toccare con mano la gravosa responsabilità che portano sulle spalle questi lavoratori, che con passione e competenza gestiscono situazioni difficilissime, in una struttura che ha bisogno di un intervento definitivo che la definisca in un tempo duraturo”. All’incontro hanno partecipato Mauro Nardella (Uil), Vittorio Pace (Sinappe) e Francesco Tedeschi (Cisl Fns).  “È stato complicato mantenere una linearità nell’azione alla Camera. Quando il Governo cambia e diventa di grandi intese poi ci si ritrova ad avere idee diverse su temi fondamentali. Rinnovo quindi l’impegno della Lega, che con una posizione di forza all’interno di un Governo di Centrodestra, potrà rispondere efficacemente alle istanze e alle richieste degli agenti”.
 
All’incontro alla Casa di Reclusione ha partecipato anche il presidente dell’ordine degli avvocati di Sulmona, Luca Tirabassi. “Ho raccolto volentieri l’invito dell’onorevole D’Eramo ad intervenire in occasione della sua visita al Carcere di Sulmona e gli ho rinnovato, da parte dell’Ordine Forense, la richiesta di impegnarsi personalmente e attraverso i vertici del partito, affinché vengano immediatamente riproposti i disegni di legge volti alla salvaguardia definitiva del nostro Tribunale e degli altri sub provinciali abruzzesi. Ho ricevuto ampia e convinta disponibilità in tal senso”, il commento del presidente dell’ordine Tirabassi. 
 
“Ho ribadito al presidente l’impegno per lavorare a una soluzione definitiva per il Tribunale. Dopo le proroghe concesse in situazioni di emergenza ora con un Governo politico si deve necessariamente rimettere mano a un disegno di geografia giudiziaria non attuale e che non rappresenta le reali esigenze del territorio”, ha concluso il segretario della Lega Abruzzo. 
 

PONTIDA 2022

Intanto questa notte a mezzanotte sono cinque i pullman per un totale di 250 simpatizzanti: sono i numeri della spedizione abruzzese a “Pontida 2022”, la festa nazionale del Carroccio in programma domenica: militanti e simpatizzanti, nel pieno della campagna elettorale per le elezioni politiche del 25 settembre prossimo, partiranno alla mezzanotte di domani per essere nella località lombarda domenica mattina. Una volta partecipato all’evento, quest’anno più importante del solito per il periodo elettorale, gli esponenti della Lega torneranno in Abruzzo per il rush finale della campagna elettorale. 

 
Nelle scorse settimane i vertici politici ed organizzativi della Lega avevano lanciato una campagna di adesione con lo slogan “vieni con noi” per una massiccia presenza di iscritti ed appassionati allo storico raduno nazionale del Carroccio.
 
“Abbiamo centrato l’obiettivo, l’Abruzzo darà un contributo importante in terra lombarda a livello di presenza e di amore verso il partito – ha spiegato il coordinatore regionale abruzzese del Carroccio, il deputato aquilano Luigi D’Eramo, ricandidato come capolista al proporzionale della Camera dei deputati -. La folta presenza è anche il sintomo, chiaro, dell’entusiasmo che fin dall’inizio si è respirato in campagna elettorale. Il che vuol dire che la Lega è ben radicata in Abruzzo e che il nostro leader arriva alla gente con concetti chiari e semplici. Un mix che ci porterà ad un grande risultato. A una settimana al voto Pontida sarà l’inizio della festa per la vittoria delle elezioni con la Lega e il Centrodestra al governo del Paese”. 
 
Il segretario organizzativo regionale, Luca Danaschi, nominato dal leader, Matteo Salvini, responsabile della campagna elettorale per l’Abruzzo, ha sottolineato che “la Lega risponde sempre presente, in ogni occasione”. “In questo caso la grande risposta in termini di presenza ed affezione ai valori leghisti, assume un significato ancora più forte se si considera che siamo da circa due mesi in campagna elettorale e che tutti abbiamo capito che a Pontida a una settimana dal voto bisognava esserci”, ha concluso Danaschi.
 
A gestire, insieme ai vertici del partito e Danaschi la operazione i quattro responsabili, uno per provincia, Gianmarco Izzo per L’Aquila, Arianna Concella per Chieti, Riccardo Chiavaroli per Pescara e Maria Di Domenico per Teramo.

Print Friendly and PDF

TAGS