Elezioni, D’Angelo: premiare attenzione al territorio

Il capolista alla Camera di 'Noi moderati' parla della proposta politica nelle ultime battute della campagna elettorale. Per il senatore Quagliarello questa tornata elettorale è occasione per rilanciare impegno sull'entroterra appenninico

di Redazione | 22 Settembre 2022 @ 17:32 | VERSO LE ELEZIONI
noi moderati
Print Friendly and PDF

L’AQUILA. “Siamo quasi alle ultime battute di una campagna elettorale inaspettata e un po’ atipica, ma che proprio per questo ha permesso di comprendere chi punta realmente allo sviluppo, chi avanza proposte concrete invece di raccontare favole ai cittadini, chi crede nel territorio e gli dà spazio”.

Lo dichiara Daniele D’Angelo, capolista di ‘Noi Moderati’ alla Camera per la circoscrizione Abruzzo.

“’Noi Moderati’ – afferma D’Angelo – è una lista di soli candidati abruzzesi. E’ la lista che nella coalizione di centrodestra riunisce le forze che fanno del pragmatismo, del buon senso, della cultura di governo la cifra del proprio impegno.

E’ la proposta politica che crede nel territorio e promuove il radicamento, come ha dimostrato il senatore Gaetano Quagliariello con il suo gesto e prima ancora con il lavoro svolto per la nostra terra che dovrà andare avanti con ancora più determinazione.

‘Noi Moderati’ – aggiunge ancora D’Angelo – abbiamo già dimostrato a tutti i livelli di lavorare per il bene comune, di fare quello che promettiamo e di non promettere nulla che sia velleitario, irrealizzabile o contrario all’interesse dei cittadini anche se remunerativo in termini elettorali.

Di promesse i cittadini ne hanno già da tempo ascoltate tante, e hanno visto tanti chiedere consenso sul territorio per poi dimenticarsene.

Per noi, dal livello locale al livello nazionale, parla la forza dei fatti. Siamo certi – conclude – che gli abruzzesi premieranno la lista degli abruzzesi che non hanno a cuore altri interessi se non quelli dell’Abruzzo e dei suoi abitanti”.

“E’ impressionante come in queste ore, in particolare fra sinistra e M5S, ci sia una gara ad accaparrarsi il consenso delle fasce e delle aree più fragili del nostro Paese alimentandone lo stato di fragilità invece di avanzare proposte che mettano i territori nelle condizioni di superarlo”.

Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, di ‘Noi Moderati’.

“Per quanto ci riguarda – prosegue Quagliariello – questa tornata elettorale non è occasione per lucrare sulle debolezze ma per rilanciare un impegno che, a partire dal Mezzogiorno e dall’entroterra appenninico, ci ha visto da sempre in prima linea.

Si tratta di territori che presentano un gap di sviluppo e dunque un grande potenziale di crescita; che custodiscono il cuore identitario della nostra nazione; che favoriscono un modello sociale da emendare da alcuni vizi atavici ma del quale l’esperienza della pandemia ha rivelato le enormi potenzialità.

Oggi, di fronte alla grave crisi che stiamo vivendo, si schiude per le aree fragili una inattesa occasione di ripartenza. C’è da mettere sapientemente a frutto il PNRR e c’è da favorire le condizioni di contesto che consentano al Sud e alle aree interne di camminare con le proprie gambe. Mentre da molte latitudini politiche c’è chi si affanna a innaffiare la pianta del disagio alimentando il miraggio assistenziale – conclude – noi intendiamo continuare a farci portatori di un nuovo modello di sviluppo”.

 
 

Print Friendly and PDF

TAGS