Elette le nuove commissioni consiliari. A Palumbo il controllo sull’esecutivo

di Alessio Ludovici | 25 Luglio 2022 @ 14:44 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Riunite stamani le Commissioni consiliari del consiglio aquilano per la ricomposizione di tutti gli organismi dopo il voto del 12 giugno. Sono cinque come noto le commissioni. In precedenza presidente del consiglio comunale è stato eletto Roberto Santangelo

Per intenderci, la prima, Programmazione e bilancio, si occupa dei temi del bilancio e della programmazione economica ma anche di patrimonio, personale dell’ente e dei problemi delle attività economiche. La seconda, Gestione del territorio, si occupa di urbanistica, lavori pubblici, edilizia pubblica e privata ma anche di beni culturali, usi civici, ambiente, viabilità, traffico.

La terza è la Commissione politiche sociali, si occupa di servizi sociali, problemi del lavoro, volontariato e associazionismo, anziani, politiche giovanili, igiene e sanità, cultura, promozione culturale, diritto allo studio, scuola, asili nido, università e ricerca scientifica e tecnologica, sport e promozione sportiva. La quarta Commissione, “Statuto e regolamenti”. si occupa dello statuto comunale, degli statuti delle aziende speciali e degli organismi controllati, di regolamenti, affari generali, affari istituzionali, decentramento, istituzioni e partecipazione.

La quinta, infine, è la commissione di Garanzia e Controllo, ed esprime parere sugli atti di competenza consiliare aventi rilevanza programmatica e pianificatoria, anche al fine di verificarne compatibilità e coerenza con il programma politico-amministrativo approvato dal Consiglio. Effettua verifiche, almeno semestrali, sull’attività dell’esecutivo, sul programma amministrativo e ha il potere di  acquisire informazioni da amministratori e funzionari che sono tenuti a fornire ogni riferimento o atto richiesto, salvo specifiche limitazioni previste da disposizioni di legge.

A quest’ultima è stato eletto Presidente Stefano Palumbo, consigliere Dem e capogruppo del partito nella scorsa consiliatura, con Lorenzo Rotellini di L’Aquila Coraggiosa vice. 

Questo il quadro delle altre commissioni.

  • Livio Vittorini presidente della prima commissione (Programmazione e Bilancio); Daniela Bontempo vice presidente;
  • Guglielmo Santella presidente della seconda Commissione (Gestione del Territorio); Gloria Nardecchia vice presidente;
  • Fabio Frullo presidente della terza Commissione (Politiche Sociali, Culturali e Formative); Katia Persichetti vice presidente;
  • Gloria Nardecchia presidente della quarta Commissione (Affari Istituzionali e Regolamenti); Gianluca Marinelli vice presidente.

“Nelle commissioni si è riscontrato un clima positivo, di fattiva partecipazione ed entusiasmo da parte dei consiglieri che hanno eletto questa mattina i presidenti e vicepresidenti delle cinque commissioni consiliari – ha dichiarato il presidente del Consiglio comunale, Roberto Santangelo – Sono sicuro dell’ottimo lavoro che riusciremo a portare avanti nell’interesse della nostra città; nella mia veste di presidente del Consiglio vigilerò affinché sia sempre questo l’obiettivo comune a tutti, nel rispetto delle aspettative e del mandato che i cittadini ci hanno conferito nelle recenti elezioni amministrative”.

“E’ un grande onore essere elettore presidente della Terza commissione consiliare – ha commentato Fabio Frullo – questo per la particolarità dei temi che affronta questa commissione che sono di primaria importanza per tutti i cittadini aquilani. Sono temi generali, non ci sono tematiche di destra o di sinistra, tutti dovremo lavorare per la città e i problemi che la affliggono. Tra tutti i problemi del lavoro, della sanità, gli anziani, le politiche formative, culturali e sportive. L’augurio è che si lavori tutti insieme per portare risultati tangibili e concreti”. 

Stefano Palumbo, neo presidente della Garanzia e Controllo ha commentato sui social l’elezione: “Ringrazio tutti i colleghi di opposizione per avermi eletto all’unanimità presidente della commissione consiliare di vigilanza e controllo.
Una fiducia che proverò a ripagare con la dedizione e la serietà che merita un ruolo istituzionale così importante nel delicato equilibrio dell’attività democratica.
Mi piacerebbe renderlo uno strumento rivolto anche e soprattutto ai cittadini per garantire, sempre nel rispetto delle competenze regolamentari, la massima trasparenza sul corretto operato dell’amministrazione.
Lo farò con l’ausilio del giovane consigliere Lorenzo Rotellini, eletto vicepresidente, e a tutti i consiglieri che sono sicuro ci supporteranno in questo importante lavoro.”

Tra gli aspetti più squisitamente politici, da segnalare che alla maggioranza è mancato qualche voto nelle varie votazioni, segrete. Non è escluso possano essere riconducibili alle vicende del gruppo di L’Aquila al Centro, durissimo nei confronti della maggioranza nei primi due consigli ed espressione del movimento di Toti e Quagliariello, Italia al centro, sempre più lontano dai destini del centrodestra. Movimenti politici anche nel centrosinistra, Enrico Verini, eletto con Azione nella coalizione di Di Benedetto, è stato votato come candidato di opposizione alla presidenza della Quarta commissione ma non ha incassato i voti del Passo Possibile che ha scelto di astenersi in tutte le votazioni.


Print Friendly and PDF

TAGS