Ecopsicologia, a Pescasseroli il convegno su aree protette e salute

di Redazione | 09 Marzo 2023 @ 18:08 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il WWF Abruzzo e l’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi d’Abruzzo con il patrocinio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise organizzano, domenica 12 marzo dalle ore 10.00 alle 13.00 presso il Centro visite del Parco a Pescasseroli, un convegno dal titolo Esser-ci nei luoghi. Analisi e riflessioni sull’importanza dei luoghi, promozione del benessere attraverso il contatto con gli ambienti naturali e la loro valorizzazione.

La questione ambientale è un’urgenza che non riguarda solo grandi temi come il clima e l’inquinamento, ma è anche la quotidianità del nostro rapporto con la Natura che dobbiamo salvaguardare. L’uomo moderno soffre di “carenza di natura”: un bambino che non gioca mai in un parco è privato di stimoli fondamentali; un adulto senza contatti con il verde è ostaggio di uno stile di vita disumanizzante con conseguenze negative concrete. Mediamente un uomo in occidente trascorre il 93% del proprio tempo in casa o al chiuso, una situazione questa che è andata ad aggravarsi soprattutto in questo ultimo biennio, caratterizzato da forti criticità, isolamenti e distanziamenti sociali a causa della pandemia da virus Covid-19. Non è un caso che questo stia portando alla pubblicazione di diverse opere letterarie e studi scientifici che affrontano il problema del benessere psicofisico dimostrando con dati alla mano che il rapporto fra uomo e natura va ripensato per la nostra salute, per il nostro equilibrio e felicità come individui e come specie. Tra questi contributi si inserisce il documento prodotto dal Gruppo di lavoro in Ecopsicologia dell’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi d’Abruzzo, che verrà presentato in tale occasione e che studia e approfondisce il senso di identità dell’uomo connesso alla natura e il senso di appartenenza ai luoghi che abita, creando un ponte tra psicologia, paesaggio e architettura del territorio.

Il convegno del 12 marzo viene organizzato proprio per analizzare la situazione e discutere su eventuali soluzioni volte alla promozione e valorizzazione dei parchi e del benessere individuale. Relatori del convegno saranno: Giovanni Cannata, Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise; Enrico Perilli, Presidente dell’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi d’Abruzzo e professore associato di Psicologia Dinamica; Monica Celeste, Psicologa e Coordinatrice del Gruppo di Lavoro di Ecopsicologia; Marcello Borrone, Architetto e membro del GdL in Ecopsicologia; Filomena Ricci, delegata regionale WWF Abruzzo; Sefora Inzaghi, direttrice della Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF Gole del Sagittario.

Il convegno anticipa nella nostra regione l’edizione 2023 dell’appuntamento internazionale “Earth Hour – Ora della Terra” che si terrà sabato 25 marzo, il grande evento globale sul tema del contrasto al cambiamento climatico promosso dal WWF che invita tutti i cittadini, comunità, imprese e istituzioni a lavorare insieme per affrontare il pericolo enorme del cambiamento climatico con la necessaria urgenza ed efficacia. Earth Hour è un appello alla Terra per la Terra, una chiamata all’azione affinché ognuno, con il semplice gesto di spegnere le luci per un’ora, dichiari la propria assunzione di responsabilità e si unisca agli altri in un’azione comune: solo agendo insieme ce la potremo fare.

Due eventi direttamente collegati tra loro che vogliono porre all’attenzione dei cittadini e dei decisori politici la qualità dell’ambiente in cui viviamo – che sia agricolo, naturale o urbano – e l’importanza che riveste a livello di salute individuale e collettiva.


Print Friendly and PDF

TAGS