E sulla Torre civica il centrosinistra va dal Prefetto

di Alessio Ludovici | 08 Dicembre 2023 @ 06:00 | POLITICA
torre civica palazzo margherita
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Mentre il centrodestra era riunito all’Emiciclo per una miniverifica – è mancato il numero legale in consiglio comunale – il centrosinistra si è presentato dal Prefetto. Sul tavolo del rappresentato del Governo, la relazione sulla messa in sicurezza di Palazzo Margherita. La questione l’aveva lanciata Paolo Romano in mattinata nel corso di una conferenza stampa. A fine consiglio il centrosinistra aveva chiesto una conferenza dei Capigruppo urgente senza ottenere risposta. Quindi la scelta di andare in Prefettura.

Cosa è successo

Il dirigenti comunale, aveva spiegato Romano in mattinata, hanno prodotto una relazione in merito all’efficacia delle opere di messa in sicurezza della Torre Civica, ancora danneggiata ma connessa a Palazzo Margherita che da lunedì 11 dicembre riapre ufficialmente e torna ad ospitare i dipendenti comunali.

Ma la relazione fornita dal Settore Ricostruzione, spiega Romano, più che fugare i dubbi ha aumentato gli elementi di incertezza. Nella relazione, infatti, dopo aver ripercorso le tappe della messa in sicurezza, si specifica che non è possibile provvedere ad ulteriori controlli a causa delle reti di sicurezza aggiunte dopo il sisma del 2016. Si parla di una situazione transitoria che non può perdurare nel tempo, e si chiede altresì di procedere con urgenza alle opere definitive sulla Torre Civica. L’intervista a Paolo Romano, consigliere comunale del gruppo L’Aquila Nuova.


Print Friendly and PDF

TAGS