Due incidenti mortali in tre giorni: le proteste dei cittadini sulla ss17

Addio a Francesca e Danilo

di Cristina D'Armi | 19 Dicembre 2020 @ 06:07 | CRONACA
Francesca e Danilo. Due incidenti mortali in tre gironi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Due incidenti mortali in tre gironi sono tanti.

 “Quante altre vite dovremmo ancora piangere prima che si metta in sicurezza una volta per tutte la stramaledetta statale 17 ??”

A scriverlo su Facebook è una cittadina dell’Aquila commentando i tragici incidenti avvenuti lungo la ss17 che collega la periferia ovest del capoluogo a quella est.

Due vittime della strada nel giro di 3 giorni. Il primo dei due è avvento il 15 dicembre  al km 28 della SS17 all’altezza del bivio per “Casale Signorini”. L’impatto, semifrontale, è stato letale per il 24enne  Danilo Tresca che è stato sbalzato fuori dalla sua Fiat Panda. Le occupanti dell’altra autovettura, mamma e figlia, sono state trasportate all’ospedale San Salvatore.  Il secondo incidente, quello del 17 dicembre, è avvenuto sulla stessa strada, all’altezza del supermercato Maxi Futura di Sassa scalo. A perdere la vita è stata Francesca Ammannito, una ragazza che di 35 anni che stava tornando a casa dalla sorella e dalla mamma, dopo aver staccato il turno di lavoro.

Sono ancora da accertare le cause e le dinamiche che hanno provocato i due sinistri 

E mentre qualcuno si chiede se questi eventi siano in parte dovuti al periodo di forte stress psicologico di questo periodo, c’è chi punta il dito contro Comune e Provincia per il degrado in cui versa la strada statale 17. I primi a ad alzare la voce sono stati gli esercenti delle attività commerciali che si trovano sulla strada killer che, già da diverso tempo, lamentano la scarsa illuminazione sul tratto stradale.

“Ma volete fare qualcosa in questo maledetto tratto di strada????? Due incidenti mortali più 2 feriti in tre gironi”

scrive un lettore de Laquilablog.

Oltre a lavori di manutenzione e per la scarsa visibilità, molti aquilani chiedono maggiori controlli da parte della Polizia.

“Non può essere così pericolosa quella strada facessero qualcosa”

E si esprime anche Marco Giusti, sindaco di Scoppito:

[…]non possiamo esimerci dal nostro compito di amministratori pubblici, e abbiamo il dovere di aprire una discussione seria puntuale e definitiva sulla necessità di mettere in sicurezza un arteria che ha visto aumentare considerevolmente il traffico veicolare e purtroppo la pericolosità . Dobbiamo acquisire notizie sull’adeguamento e FAR ENTRARE LA SS 17 ALL’INTERNO DELLE LINEE STRATEGICHE SULL’UTILIZZO DELLE RISORSE DEL RECOVERY PLAN. Va contattata immediatamente l”Anas e agli altri soggetti istituzionali interessati per la convocazione urgente di un tavolo che possa accelerare decisioni e progetti. Affinché non si vivano più mattine cosi tristi per tutti.

incidenti mortali

Alle famiglie le condoglianze dalla redazione de LAquilaBlog.


Print Friendly and PDF

TAGS