Dopo il lockdown: L’Aquila. Dal nord, un gruppo di centauri sceglie il capoluogo: “Non immaginavamo una città così viva”

di Matilde Albani | 28 Giugno 2020 @ 08:41 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un giro in moto già rimandato, che il Covid, poi , sembrava avesse definitivamente cancellato. Invece, appena liberi dal lockdown, un gruppo di motociclisti del nord Italia, in sella al eleganti Triumph , hanno macinato chilometri e chilometri, e, dopo Norcia e Amatrice hanno fatto tappa a L’Aquila. I progetti non si abbandonano, racconta a Laquilablog il leader del gruppo “POCHI MA BONNISTI “ Sandro Mendes.T

ornare a fare turismo dopo il Covid, soprattutto in queste zone già provate dai terremoti, è quello che ognuno di noi può fare, per dare una mano all’economia. L’Aquila, non ce la immaginavamo così, una vera sorpresa, dice Sandro. Città elegante, piena di giovani, che nonostante mostri ancora i segni del terremoto, fa respirare positività.


Print Friendly and PDF

TAGS