Donna investita a Cansatessa, identificati i responsabili accusati di omissione di soccorso

di Redazione | 09 Settembre 2020 @ 12:18 | CRONACA
incidente
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Una casalinga di 54 anni residente nella frazione Cansatessa, è stata investita nella tarda serata di lunedì 3 agosto da un furgone che transitava sulla SS80 nei pressi della sua abitazione. La donna, colpita dalla fiancata anteriore e dallo specchietto retrovisore destro del veicolo, è caduta a terra riportando gravi lesioni.  Secondo le prime indagini condotte dalla Polizia Stradale di L’Aquila, tramite l’acquisizione di immagini  e video di alcuni impianti di sorveglianza e allo scrupoloso esame dello specchietto esterno del furgone, sono stati identificati il rivenditore del mezzo fuggitivo, il conducente ed il passeggero i quali hanno riferito agli inquirenti di essere convinti di aver investito un animale. Versione che non ha convinto gli inquirenti, atteso che il conducente aveva provveduto, subito dopo l’incidente, a sostituire entrambi gli specchietti esterni di altro colore ed il faro anteriore destro nonché a riparare alla meglio il parafango destro. Iniziative che, a detta degli inquirenti, propendono più ad ipotizzare una fuga con omissione di soccorso e susseguente occultamento delle prove.

Per le violazioni contestate (articolo 590 bis e ter c.p e 189 6° e 7° comma C.d.S.) il conducente rischia una pena di oltre 3 anni ed il trasportato analoga sanzione nella forma del concorso per l’omissione di soccorso.

All’eventuale accertamento della responsabilità penale conseguirà il risarcimento per i danni fisici subiti della donna.


Print Friendly and PDF

TAGS