Dona un pasto per la dignità Odv: raccolti 10 quintali di generi alimentari

di Redazione | 31 Gennaio 2022 @ 10:34 | ATTUALITA'
Dona un pasto per la dignità odv
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Tante le persone di buon cuore che sabato hanno voluto sostenere la nuova raccolta alimentare curata dall’associazione “Dona un pasto per la dignità Odv”.

“Quando incontri qualcuno che ha bisogno di te, fermati. Non perderai il tuo tempo. Perché è nel momento in cui doni un pezzettino di te all’altro che realizzi te stesso”.

Ogni giorno le persone in difficoltà devono mangiare, contano i fatti, ma soprattutto i risultati ottenuti e sabato, spiega l’associazione in una nota: 

“La raccolta alimentare si è rivelata una dimostrazione di sensibilità estrema di tutte le persone che vi hanno partecipato donando complessivamente 1.398 chilogrammi di viveri che verranno distribuiti a famiglie che versano in enormi difficoltà. Ringraziamo tutti coloro che hanno permesso questo grande risultato con il loro gesto, e tutti coloro che hanno lavorato per la riuscita di questo evento: i volontari della nostra Associazione, i volontari della sezione soci L’Aquila della Coop Centro Italia, i volontari della Mission Amici di San Basilio e don Martino della parrocchia Santa Maria Mediatrice che ci supporta sempre in queste magnifiche iniziative”.

Un essere umano, sottolinea l’associazione, ha necessità di mangiare tutti i giorni dell’anno a colazione, pranzo e cena e nel caso di bambini e neonati i pasti aumentano. 

“Talvolta sono l’indifferenza, la non curanza che spingono i volontari a continuare in queste opere “salvavita”, per sopperire laddove si generano dei vuoti, delle lacune generate da chi, voltando lo sguardo dall’altra parte, pensa che non sia affar suo. Condivisione, altruismo, generosità, collaborazione, sono termini che devono entrare con prepotenza e togliere lo scettro all’egoismo, la cattiveria, l’indifferenza, l’avarizia. I volontari sono quelli che con spirito di sacrificio, vanno avanti nella loro missione, senza sosta, nella certezza che le loro fatiche verranno ricompensate nel sorriso di quell’ultimo che potrà contare sul suo ‘pane quotidiano'”. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS