L’Aquila, domenica 5 dicembre la Barattelli presenta “Vox in bestia”

di Francesco Simoni | 05 Dicembre 2021 @ 01:00 | EVENTI
Laura Catrani
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il soprano Laura Catrani, considerata una delle artiste di riferimento per il repertorio musicale contemporaneo, ha voluto rendere omaggio a Dante Alighieri in occasione del settecentesimo anniversario della morte con il progetto “Vox in bestia. Un prontuario di animali divini” che ha debuttato su Radio Rai 3 e poi come concerto dal vivo. Dopo le date estive nei principali festival musicali italiani, riscuotendo successo di pubblico e apprezzamenti dalla critica internazionale, il soprano riminese prosegue la tournée fino a fine dicembre e fa tappa a L’Aquila, nel cartellone della settantaseiesima stagione della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”. L’appuntamento è per oggi domenica 5 dicembre all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18.

Il bestiario dantesco, con le sue innumerevoli risonanze poetiche, è il perno intorno al quale ruota Vox in bestia: Laura Catrani ha coinvolto tre compositori italiani di consolidata fama affidando a ciascuno di loro una cantica della Divina Commedia: Fabrizio De Rossi Re per l’Inferno, Matteo Franceschini per il Purgatorio e Alessandro Solbiati per il Paradiso. Loro stessi hanno selezionato gli animali tra il ricco bestiario che popola il testo dantesco. Ne sono usciti nove quadri, ciascuno dei quali è introdotto da una miniatura letteraria scritta da Tiziano Scarpa, una delle voci più originali della narrativa italiana contemporanea, Premio Strega nel 2009 con il romanzo Stabat Mater, che racconta l’essenza simbolica di ciascun animale dantesco. Sarà lui stesso a leggere le sue invenzioni poetiche, sul palco con Laura Catrani e con un altro straordinario musicista: Peppe Frana, liutista e chitarrista che intavola sulla chitarra elettrica alcune delle musiche del tempo di Dante: dalle chansons trobadoriche fino alle polifonie dell’Ars Nova francese. Infine, gli animali danteschi prendono vita e forma attraverso le visionarie video animazioni di Gianluigi Toccafondo che ha tradotto in forma visiva gli animali danteschi, creando così una sorta di bestiario dentro il bestiario. Un continuo gioco di risonanze, dunque, tra il passato e il presente che conferma la “contemporaneità” della poesia di Dante.

Per i non abbonati alla stagione concertistica sarà possibile acquistare il biglietto (10 euro intero, 5 euro ridotto) poco prima dell’inizio del concerto in base ai posti disponili. In ogni caso l’ingresso è condizionato al rispetto delle normative vigenti (Green Pass e mascherina). Tutte le informazioni sul sito www.barattelli.it


Print Friendly and PDF

TAGS