Disturbi alimentari, Castellani replica alla Pezzopane: “Fondi non sono stati tagliati”

di Redazione | 23 Gennaio 2024 @ 08:14 | POLITICA
parlamento decreti attuativi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Il governo non ha dimenticato di inserire il fondo per i disturbi alimentari nella Legge di Bilancio” risponde con una nota la Consigliera Maura Castellani, a nome del gruppo Fdi “in quanto è bene ricordare che il fondo era stato istituito in attesa dell’arrivo dei nuovi Lea (livelli essenziali di assistenza) che ha invece approvato proprio questo governo nel luglio 2023 e per applicarli nel complesso è stato previsto uno stanziamento di 50 milioni nel 2024 e 200 milioni nel 2025”.

“Questo per spiegare che adesso i fondi per i disturbi alimentari sono diventati strutturali cioè ci saranno sempre e non ci sarà più bisogno di intervenire con una somma straordinaria, che nel precedente biennio era prevista solo in via provvisoria.

I 25 milioni inoltre erano suddivisi nel biennio e precisamente 15 milioni nel 2022 e 10 milioni nel 2023 e, dalle prime rendicontazioni, a Dicembre 2023 solo il 3% dei fondi sono stati spesi (650.000 €).

La consigliera Pezzopane ha ragione quando parla di mancanza di infrastrutture e di un servizio che ad oggi è carente ma come si può investire in qualcosa che deve durare nel tempo, avendo a disposizione fondi solo temporanei?

Di temporaneo questo Governo ha previsto nel Decreto Milleproroghe un fondo di 10 milioni, che dovrà servire solo fino a quando saranno applicati i nuovi Lea (pochi mesi) e ci saranno ben 32 prestazioni, 16 in più rispetto al passato, dedicati a queste malattie.

Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha  garantito che si continuerà a costruire un percorso condiviso; come gruppo Fdi abbiamo continue interlocuzioni con i nostri rappresentanti al Governo e non diminuirà la nostra attenzione nei confronti di tematiche così importanti”.


Print Friendly and PDF

TAGS