Disservizi AMA, Palumbo: “Questa non è Ibiza!”

di Redazione | 01 Febbraio 2024 @ 17:10 | POLITICA
ama
Print Friendly and PDF

“‘Questa non è Ibiza!’ è l’unico commento possibile al comunicato rilasciato dall’AMA – Azienda per la Mobilità Aquilana per giustificare i ripetuti disservizi che si sono registrati negli ultimi giorni e che si annuncia ci saranno anche nei prossimi. È infatti davvero surreale nascondere le criticità strutturali dell’azienda, visto che quotidianamente e non da ieri saltano puntualmente diverse linee, con le ‘rigide temperature registrate in questo periodo’. Come se nella nostra città registrare una temperatura al di sotto dello zero fosse un’eccezionalità; al contrario mai si ricorda un inverno così caldo come quello che stiamo attraversando”. Lo afferma Stefano Palumbo, Consigliere comunale del PD in merito ai disservizi AMA attribuiti alle rigide temperature.

E continua: “La verità è che l’AMA dispone di un parco mezzi ormai vetusto e di un’organizzazione aziendale evidentemente non in grado di porre rimedio alle continue rotture che i mezzi riportano. Eppure, gli investimenti negli ultimi anni sono stati ingenti, sperperati purtroppo per l’acquisto di decine di nuovi mezzi elettrici che in mancanza di una adeguata potenza per la ricarica giacciono inutilizzati da anni nel deposito, molti senza neanche essere stati mai immatricolati. Pare che alcuni addirittura non saranno mai messi in circolazione poiché cannibalizzati al fine di recuperare pezzi di ricambio necessari alla riparazione di quelli in circolazione”. 

“Una situazione non più tollerabile che, nonostante le mie ripetute denunce fatte nel tempo, è addirittura peggiorata nell’indifferenza di un’amministrazione comunale responsabile di un fallimento sulle politiche della mobilità ormai evidente a tutti. Di questo chiederò conto, con carattere di urgenza, attraverso un’interrogazione in consiglio comunale che mi auguro il Presidente del Consiglio possa inserire già nel prossimo consiglio”, conclude Palumbo.


Print Friendly and PDF

TAGS