Diritto allo studio, gli universitari abruzzesi: “Tempo scaduto, Quaresimale convochi la Cru”

di Redazione | 06 Luglio 2021 @ 17:03 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La nota di Udu L’Aquila, Udu Teramo e Associazione 360° Chieti-Pescara: “Da mesi chiediamo in tutte le sedi opportune la convocazione della conferenza Regione Università (CRU), organo che per legge si esprime sulle modifiche al Piano di Indirizzo con cui la Regione Abruzzo definisce di fatto i criteri di accesso alle borse di studio universitarie.

La norma sulla prima immatricolazione contenuta nel Piano rende molto difficile continuare a mantenere la borsa di studio se si cambia da un corso di laurea ad un altro (situazione molto frequente, specie tra i corsi ad accesso programmato nazionale e corsi affini). La presenza di questa norma rende il Piano di Indirizzo Abruzzese più restrittivo rispetto alla normativa nazionale di riferimento.

La convocazione della CRU è una competenza dell’assessore Quaresimale, cui più volte abbiamo espresso l’urgenza della questione. Entro 10 giorni dovranno uscire i bandi per le borse di studio ADSU per il prossimo anno accademico, il tempo è scaduto: con assoluta urgenza deve essere convocata la CRU, altrimenti anche l’anno prossimo centinaia di studentesse e studenti dovranno scegliere se studiare quello che vogliono o studiare quello che si possono permettere (o trasferirsi in un’altra Regione).”


Print Friendly and PDF

TAGS