Dio esiste? Riflessione di un giovane cattolico del 2024

di Padre Ralf (Osman Prada) | 22 Giugno 2024 @ 05:00 | IL TEMPO DI DIO
Print Friendly and PDF

Oggi più che mai non se ne parla più sull’esistenza di Dio. I giovani di oggi non ne vogliono sentire parlare. Così ho chiesto ad un giovane cattolico, con battesimo, prima comunione e cresima di dirmi qualcosa sull’esistenza di Dio, gli ho chiesto: “Dammi una prova o regalami una tua visione o riflessione”. 

Ecco per voi ciò che mi ha condiviso:

“Sono un giovane cattolico e sono qui per dimostrarvi l’esistenza di Dio. Sì, avete capito bene, non sono un filosofo o un teologo, ma semplicemente un ragazzo che crede fermamente nel potere di Dio. E come tutti i credenti, sono spesso messo alla prova quando qualcuno mi chiede di dimostrare l’esistenza di Dio.

Ma prima di iniziare, lasciatemi dire una cosa chiara e tonda: non ho la pretesa di avere tutte le risposte.

Non pretendo di essere il detentore della verità assoluta. Semplicemente voglio condividere con voi il mio punto di vista su quest’argomento così controverso.

La mia prova dell’esistenza di Dio parte ovviamente dalla fede. Come cattolico credo che Dio esista e sia presente nella nostra vita. 

È una fede che non può essere spiegata razionalmente, ma che si basa sull’esperienza personale e sulla relazione con il divino. E questo, a mio parere, è già una forte prova.

Ma capisco che questo non sia sufficiente per chi cerca una dimostrazione concreta. Allora partiamo da una prova più razionale: l’ordine dell’universo.

Guarda intorno a te. Guarda la bellezza della natura, la sua perfetta armonia e le leggi che regolano il nostro mondo. Tutto questo non può essere il frutto del caso. 

Ci deve essere un’intelligenza superiore dietro tutto questo, una mente creatrice che ha saputo mettere in ordine ogni cosa. E per me, questa mente è Dio.

Potreste obiettare che l’evoluzione spiega l’ordine e la complessità della vita sulla Terra. Ma allora mi chiedo, chi ha creato l’evoluzione? Chi l’ha impostata in modo così perfetto da permettere la sopravvivenza e lo sviluppo delle specie? E chi ha dato vita al Big Bang che ha dato avvio a tutto ciò? Certo, non ci sono risposte certe, ma la mia fede mi porta a credere che sia stato Dio.

Un’altra prova che mi porta a credere nell’esistenza di Dio è l’esperienza personale. Ho sentito la sua presenza nella mia vita e nei momenti di difficoltà, ho sperimentato la sua forza e il suo amore che mi hanno aiutato a superare ogni ostacolo. E credetemi, avere qualcuno che ti sostiene e ti guida quando tutto sembra perduto è una prova abbastanza forte per me.

Infine, un altro argomento che mi porta a credere in Dio è l’etica universale. Non importa quale sia la tua cultura o la tua religione, siamo tutti guidati da principi morali comuni come l’amore, la giustizia e la compassione. E credo che questi principi trovino origine in un essere supremo che ha scritto queste leggi nel nostro cuore.

Insomma, queste sono solo alcune delle prove dell’esistenza di Dio secondo un giovane cattolico come me. Capisco che non possano convincere tutti, ma spero che almeno vi abbiano fatto riflettere e aperto la mente a nuove idee. A volte, la fede non ha bisogno di prove razionali, ma semplicemente di essere vissuta e condivisa con gli altri.

In fondo, come diceva Sant’Agostino, ‘la fede non è credere a ciò che non vedi, ma credere a ciò che non vedi perché lo vediamo con gli occhi dello spirito’. Per me, Dio è nient’altro che l’amore che vedo e sento ogni giorno nella mia vita.

Grazie per avermi dato l’opportunità di esprimere il mio punto di vista. Che possiamo tutti trovare la nostra strada verso la verità e l’amore, ognuno in modo diverso e unico. Amen. E così finisce il mio racconto, o nella mia vita. Ma non finisce qui. Perché ogni giorno, all’improvviso, la vita ci offre nuove possibilità, nuove sfide e nuove emozioni. E ogni giorno, dobbiamo essere pronti ad affrontarle con coraggio e forza, con la testa alta e il cuore aperto alla fede, proprio per aumentare la nostra speranza in Dio”. 

PADRE RALF PRADA


Print Friendly and PDF

TAGS