di Carolina Sconci

“Dio arriverà all’alba” è un viaggio inaspettato nell’introversa complessità della poetessa milanese. Un omaggio emozionante che descrive con delicatezza e sentimento l’universo di Alda Merini in quella sua disordinata quotidianità che, tra un mozzicone di sigaretta e un bicchiere di rosso, accompagna un’inquietudine irrisolta senza alcuna pretesa di mascherarla.

La narrazione, intensa ed efficace, è un’altalena di emozioni e contraddizioni in cui il sarcasmo cede il passo alla commozione senza soluzione di continuità.

L’incessante ricerca di poesia in ogni angolo di mondo, dalla finestra sui Navigli al ricordo più doloroso, mantiene vivo il corpo stanco in una lotta senza fine con la sua indole da bambina.

Donna e poetessa si fondono nell’interpretazione unica di Antonella Petrone che abbatte ogni muro tra attore e personaggio con un’impersonificazione – nel fisico e nell’animo – che lascia lo spettatore nella sospesa incredulità di rivivere Alda. Una vera magia che la scrittura e direzione di Antonio Nobili hanno reso possibile grazie ad uno spettacolo autentico che nella sua essenzialità esprime la stessa invisibile fecondità della poesia della sua ispiratrice.

Nessuna idolatria del mito ma la nuda rappresentazione, vestita solo di una pelliccia, di una donna ricca di poesia. Questa è Alda Merini. Questo è Dio arriverà all’Alba.

***

DIO ARRIVERÀ ALL’ALBA

uno spettacolo omaggio ad Alda Merini

scritto e diretto da Antonio Nobili

colonna sonora originale di Paolo Marzo

con

Antonella Petrone (Alda Merini)

Valerio Villa (Paolo)

Davide Fasano (Arnoldo Mondadori)

Virginia Menendez (Anna)

Alberto Albertino (Dott. Gandini)

Sharon Orlandini (bambina)

Dio arriverà all’alba-Scheda Artistica

Commenti

comments