Digitalizzazione, il Comune si organizza: competenze al Sed e tre nuovi software

di Alessio Ludovici | 11 Novembre 2021 @ 06:02 | ATTUALITA'
teatro a scuola iniziative
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Comune dell’Aquila acquisirà tre nuovi software per la gestione di diversi servizi comunali. Lo si apprende da una delibera della giunta comunale. Parole d’ordine, semplificazione e digitalizzazione delle procedure amministrative, tramite l’espansione dei servizi digitali per ridurre i costi e i tempi che attualmente gravano su imprese e cittadini. La transizione digitale del Comune dell’Aquila avviene in stretta collaborazione con la partecipata Sed Spa che presta servizi di supporto informatico, assistenza e consulenza, sviluppo e manutenzione software, sviluppo nuovi servizi applicativi, costituzione, gestione, manutenzione delle banche dati
dell’Ente, attività di amministrazione dei sistemi informativi. 
L’anno passato in consiglio comunale era stata approvata una delibera per l’ “Affidamento in house servizi strumentali società Sed spa, mediante approvazione progetto tecnico e contratto di servizio 2020/2022”. E’ dello scorso maggio, invece, una deliberazione di Giunta comunale con cui si approvava il progetto speciale di “Digitalizzazione quale mission strategica dell’Ente”. Un progetto elaborato da SED SpA, ai sensi del Piano triennale dell’Agenzia per l’Italia digitale (AGID) e del Codice dell’Amministrazione digitale (CAD), e che dovrebbe portare anche all’assunzione di n. 4 unità a tempo determinato presso la stessa società partecipata comunale.

Il progetto prevedeva l’ampliamento dei servizi digitali a disposizione dei cittadini e delle imprese, il miglioramento dell’efficienza degli uffici grazie alla reingegnerizzazione e semplificazione dei processi e la definizione di un piano per l’integrazione dei sistemi informativi in uso presso l’Ente. Sempre in Giunta, nel successivo mese di agosto, è stato approvato il progetto speciale di “Completamento della transizione a digitale del Comune dell’Aquila” elaborato sempre da SED SpA. Il Sed ha svolto una compiuta analisi della situazione attuale, dei software in uso presso il Comune e dei fornitori in grado di garantire l’evoluzione e l’integrazione dei sistemi informativi comunali. La società è stata quindi incaricata di provvedere all’approfondimento delle soluzioni applicative del fornitore Maggioli SpA. La nuova dotazione di software permetterà una gestione integrata ed un’unica banca dati tramite il potenziamento e l’estensione delle soluzioni applicative di Maggioli SpA, già in dotazione all’Ente. Tre i software che verranno acquisiti per il 2022: Portale istanze J-Pratiche, app Municipium, gestione cimiteriale J Cim, il cui acquisto e la gestione costeranno alle casse comunali circa 115mila euro. 


Print Friendly and PDF

TAGS