“Diagnosi d’autore. La medicina nell’arte”: domani presentazione del volume a L’Aquila

di Redazione | 12 Novembre 2021 @ 18:11 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Domani, sabato 13 novembre a L’Aquila, la Casa d’Aste Gliubich ospiterà la presentazione del fortunato libro di Valentina Muzii dal titolo “Diagnosi d’autore. La medicina nell’arte”, pubblicato da Ricerche&Redazioni.

L’appuntamento è alle ore 18 a Palazzo Cipolloni-Cannella (Corso Vittorio Emanuele II, 19) per un evento organizzato in collaborazione con il Rotary Club L’Aquila Gran Sasso d’Italia, l’Ordine dei Medici CeO dell’Aquila, la Casa d’Aste Gliubich e il Gruppo Medico D’Archivio, partner dell’iniziativa editoriale.

A moderare l’incontro Sandro Galantini, giornalista e storico. Questi gli interventi: Maurizio Ortu, presidente Ordine Medici CeO L’Aquila, Luisa Di Laura, presidente Rotary Club L’Aquila Gran Sasso d’Italia, Gianluca Gliubich, amministratore Casa d’Aste Gliubich, Claudio D’Archivio, direttore Gruppo Medico D’Archivio e Valentina Muzii, restauratrice di opere d’arte e autrice del volume.

L’evento si terrà nel pieno rispetto delle misure previste dalla vigente normativa per il contenimento del Coronavirus, con obbligo di Green Pass e utilizzo della mascherina.

Alcune note sul volume

Il libro della restauratrice Valentina Muzii intende fornire una rassegna ragionata delle opere d’arte che nei secoli hanno rappresentato l’evolversi dell’arte medica, dagli Egizi al Novecento.

Tanti i temi trattati, con testi divulgativi e un ricchissimo apparato iconografico proveniente dai musei più prestigiosi al mondo, dal Louvre alla Tate Gallery, dal Moma alla National Gallery of Ireland, dagli Uffizi al Prado.

Attraverso questo avvincente viaggio, si scoprirà come le popolazioni antiche affrontavano la malattia, come si sia evoluta la figura del medico attraverso i secoli e come veniva intesa la medicina in genere.

Partendo dall’analisi di opere d’arte di tutti i secoli e di svariate tecniche artistiche, ci si addentrerà in argomenti medici specifici, scoprendo molti ambiti sociali e antropologici della vita antica, e portando in risalto gli aspetti più curiosi che ci mostreranno come la medicina del passato fosse ben lontana dal concetto odierno di cura.

L’evoluzione dell’ars medica parte dalle epoche più antiche e arriva fin quasi ai giorni nostri, con opere di grandi artisti del Novecento.

Realizzato in partnership con il Gruppo Medico D’Archivio, il volume, in elegante e pregiata veste grafico-editoriale, è impreziosito dalla dotta prefazione del prof. Claudio Strinati, tra i maggiori critici e storici dell’arte italiani.


Print Friendly and PDF

TAGS