D’Eramo: “Contenti per il centrodestra. Ci aspettavamo di più, ma il partito è solido”

Bellachioma lascia il partito

di Alessio Ludovici | 29 Settembre 2022 @ 13:30 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Contento della vittoria del centro destra”, esordisce così Luigi D’Eramo in conferenza stampa. Avrebbe voluta tenerla già all’indomani del voto ma un malanno ha costretto al rinvio. La riflessione di D’Eramo si è subito spostata sul risultato della Lega, al centro di molte delle analisi, un risultato al di sotto delle aspettative secondo i più:  “Se mi chiedete se sono soddisfatto della percentuale della Lega dico di no” conferma D’Eramo che però spiega: “Abbiamo fatto un risultato in linea con il dato nazionale e siamo nel mondo leghista la prima regione del centro sud e anche sopra alcune regioni del centro nord. Ci è stato quindi riconosciuto un lavoro che i nostri eletti e militanti hanno evidentemente prodotto con la loro opera”. 
“Ieri abbiamo svolto la segreteria politica aperta ad amministratori e segretari provinciali abbiamo analizzato territorio per territorio. Comuni dove abbiamo preso di più e di meno ma il voto è abbastanza spalmato. La nostra presenza sul territorio è una certezza, siamo stati un punto di riferimento”. “Mi dispiace che la città dell’aquila non sia rappresentante alla Camera, purtroppo il risultato è anche ascrivibile alla perversione del rosatellum. Noi abbiamo tenuto 151 incontri pubblici in 21 giorni, e fatto ste 300 interventi su temi specifici, abbiamo incontrato tutte le categorie e  abbiamo un quadro dettagliato di quello che si può e si deve fare in regione. Già siamo a lavoro e non ci fermiamo”. 

“Il partito è assolutamente compatto e io sono più caricodi prima” insiste D’Eramo che ha negato qualsiasi ipotesi di ingresso nella giunta regionale da parte sua. Si concentrerà invece sul lavoro di segretario regionale: “Ci siamo da subito messi a lavoro, la settimana prossima terremo anche un esecutivo regionale del partito e poi partiremo con un tour in tutti i comuni della regione per potenziare la nostra presenza e raccogliere le esigenze del territorio.  A dicembre terremo una conferenza programmatica ed elaboreremo un documento in 10 punti da sottoporre al governo”.

Anche sui mal di pancia D’Eramo tranquillizza, ma ribadisce che il partito è compatto e che certe riflessioni andrebbero fatte nelle sedi opportune, cioè all’interno del partito. Il riferimento è certamente alle dichiarazioni di Giuseppe Bellachioma, deputato uscente, che però proprio questa mattina ha annunciato l’addio alla Lega: “Ho comunicato al segretario federale della Lega, Matteo Salvini, di lasciare il partito che ho fondato nella regione in cui vivo. Non è stata una decisione facile, ma, come è noto, già da mesi c’era un malessere politico; inoltre, aggiungo che il mio ‘ perimetro rimane quello del centro destra”.


Print Friendly and PDF

TAGS