Deforestazione: Meritocrazia Abruzzo, nuova proposta di regolamento sulla deforestazione

Per l’ambiente si attui una strategia di sistema

di Redazione | 19 Maggio 2023 @ 15:40 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’Unione europea si appresta a varare la nuova regolazione contro deforestazione e perdita della biodiversità, che consente alle aziende di vendere nel territorio europeo solo i prodotti il cui fornitore abbia rilasciato una dichiarazione di «diligenza dovuta», che attesti che il prodotto non proviene da terreni deforestati e non ha contribuito al degrado di foreste, comprese le foreste primarie insostituibili, dopo il 31 dicembre 2020. Meritocrazia Italia accoglie con favore la nuova regolazione europea, ma non può non rilevare criticità e lacune.

I prodotti interessati dalla normativa, ad esempio, sono alcuni di quelli interessati. E lascia perplessi che la scelta di tutela abbia riguardato soltanto le foreste, in disparte altre aree naturali assai sensibili come savane e torbiere, così come i diritti umani delle popolazioni indigene appaiono tutelati in maniera ancora troppo debole.

Così come non soddisfa pienamente che, per le pressioni del settore forestale europeo e del governo canadese, i governi dell’Unione abbiano optato per una definizione poco rigorosa di ‘degrado forestale’, che rischia di diventare una scappatoia proprio per chi intende continuare a tagliare legname in modo insostenibile. Il nuovo regolamento è un utile punto di partenza, ma certamente non un approdo. Che da subito e per gli anni a venire, l’Unione europea alzi il livello d’attenzione per la protezione dell’ambiente in tutti gli aspetti, impedendo alle imprese non responsabili non solo di accedere al mercato, ma anche di ottenere prestiti dalle banche europee.


Print Friendly and PDF

TAGS