di Maria Cattini – I presidenti del Senato, Elisabetta Casellati, e della Camera, Roberto Fico, hanno nominato Roberto Rustichelli nuovo presidente dell’Antitrust. Dopo aver vagliato le numerose candidature arrivate negli scorsi mesi, tra le quali quella dell’ex Presidente del Csm Giovanni Legnini, i Presidenti delle Camere hanno preferito affidare il prestigioso incarico ad un nome semi sconosciuto. Di conseguenza cade definitivamente l’ultima incognita sul futuro della Candidatura alla presidenza della Regione Abruzzo di Legnini. L’avvocato teatino, in realtà, già da alcune settimane aveva visto diminuire le sue chances di elezione al prestigioso e molto remunerativo incarico dell’antitrust, anche a causa delle recenti apre polemiche sorte sulla gestione delle nomine all’interno del Consiglio Superiore della Magistratura, per alcuni troppo politicizzate. Prima di queste polemiche rilanciate dalla stampa nazionale, infatti, il curriculum di Legnini, ex Presidente del CMS e già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri del Governo Letta e all’Economia del Governo Renzi, era uno di quelli di maggior peso arrivati ai presidenti della Camera. Allo scadere del suo mandato, Legnini è stato sostituito al CSM da David Ermini, un altro fedelissimo di Renzi, dopo un contrastatissima elezione accolta solo positivamente dal gruppo del PD che l’ha applaudita nel corso di una seduta alla Camera.

Commenti

comments