Deficit sanità abruzzese, giovedì all’Emiciclo la manovra correttiva urgente

di Redazione | 21 Maggio 2024 @ 16:41 | SANITA'
liste
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il presidente Lorenzo Sospiri, sentita la Conferenza dei Capigruppo, ha convocato il Consiglio regionale, in seduta urgente, per giovedì 23 maggio, alle ore 16, nell’Aula Spagnoli di Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila.

All’ordine del giorno due provvedimenti, al momento sotto esame della “Commissione bilancio, affari generali e istituzionali”: il “Disegno di Legge regionale per la copertura del disavanzo del servizio sanitario regionale risultante dal conto economico al quarto trimestre 2023” e il progetto di legge “Modifiche alle leggi regionali 58/2023, 59/2023, 1/2024, 4/2024, 5/2024, 6/2024, 7/2024 in attuazione del principio di leale collaborazione e ulteriori disposizioni”.In riferimento al primo punto, la necessità dell’urgenza è motivata dalle indicazioni del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) che ha convocato, per lunedì 27 maggio, la riunione dei tavoli tecnici per la verifica dei conti di IV trimestre 2023. Prima dell’incontro, le Regioni dovranno provvedere alla trasmissione della documentazione necessaria per l’istruttoria di eventuali ulteriori rettifiche dei conti che illustri le motivazioni dello scostamento rispetto a quanto esaminato precedentemente.  Il progetto di legge al secondo punto dell’ordine del giorno ha lo scopo di dare attuazione, tempestivamente, al principio di leale collaborazione tra Stato e Regioni, in linea con gli impegni assunti dalla Giunta regionale col Governo nazionale.

Oggi in commissione bilancio sono stati ascoltati l’assessore alla sanità, Nicoletta Verì e il direttore del Dipartimento Sanità, Claudio D’Amario. Sullo stesso punto è stato sentito l’assessore al bilancio, Mario Quaglieri, insieme ai dirigenti dell’assessorato Ebron D’Aristotile e Fabrizio Giannangeli. Il confronto è stato preceduto dall’intervento dei Consiglieri di opposizione, che hanno chiesto di rimandare ad altro giorno sia la discussione sul Pdl “sanità” che l’esame della successiva proposta normativa, a firma Sospiri, che intende modificare diverse leggi vigenti in applicazione del principio di leale collaborazione. Il Presidente di Commissione ha sottolineato l’urgenza dei provvedimenti e ribadito la regolarità procedurale, dando avvio al dibattito legislativo.
Il progetto di legge sul piano di recupero del disavanzo del servizio sanitario regionale risultante dal conto economico al quarto trimestre 2023, prevede l’istituzione di un nuovo capitolo sul bilancio 2024 per la somma di euro 68.593.330. La Giunta propone di utilizzare gli incassi 2024 delle imposte regionali IRAP e IRPEF per un valore di 35.644.029 euro. La restante parte della somma deriva da economie generate dall’avanzo di amministrazione del rendiconto 2022 (13.997.124 €) e da quote ricavate da trasferimenti da vari capitoli del bilancio dedicati alla sanità (18.952.175 €).

D’Amico: “Centrodestra programma un taglio lineare”

“È una corsa contro il tempo quella della maggioranza di centrodestra per sanare i conti in rosso della sanità abruzzese entro maggio, così come chiesto dal tavolo ministeriale. Nel corso della Commissione l’Assessore Nicoletta Verì ha sottolineato la natura “strutturale” del disavanzo delle Asl, continuando però a proporre strumenti di copertura “straordinari” e non ripetitivi. Questo rende necessario e urgente un generale ripensamento della gestione del Sistema Sanitario regionale, tanto più che ai valori del disavanzo non sono rapportate le performance dei servizi alla cittadinanza: si sfora con la spesa, ma i servizi invece di aumentare e migliorare tendono a diminuire e peggiorare” ad affermarlo è il Capogruppo dell’opposizione regionale Luciano D’Amico che continua “L’attività di verifica e controllo, esercitata dal Ministero, ha condotto la Regione Abruzzo a coprire il disavanzo di spesa e il centrodestra come soluzione ha programmando, fra l’altro, un taglio lineare di cui non si conosce bene il dettaglio e che certo non si tradurrà in servizi aggiuntivi per la comunità. Tutto mentre gli abruzzesi sono alle prese con liste d’attesa lunghissime, diminuzione delle prestazioni sanitarie e una carenza di personale che si riversa sul servizio all’utenza” conclude.     

La Prima Commissione “Bilancio, affari generali e istituzionali”, riunita oggi, ha licenziato a maggioranza i provvedimenti amministrativi sui rendiconti finanziari 2023 del Consiglio regionale dell’Abruzzo e dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile. La parte tecnica dei documenti economici è stata presentata, per il Consiglio, dal direttore amministrativo, Paolo Costanzi, mentre per la protezione civile è intervenuto il direttore dell’Agenzia, Mauro Casinghini. La Commissione tornerà a riunirsi giovedì 23 maggio, alle 10.30, con chiusura dei lavori entro le 15. Lo stesso giorno, alle 16, inizierà la seduta urgente del Consiglio regionale.


Print Friendly and PDF

TAGS