Decreto Ristori, 30milioni per tamponi rapidi affidati a medici di famiglia e pediatri

di Redazione | 02 Novembre 2020, @09:11 | ATTUALITA'
coronavirus italia
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – Firmato l’accordo per fare i test antigenici rapidi da medici di famiglia e pediatri di libera scelta.

Al fine di sostenere ed implementare il sistema diagnostico  dei casi di positività al virus SARS-CoV-2  attraverso l’esecuzione  di tamponi antigenici rapidi da parte dei medici di medicina generale  e dei pediatri di libera scelta,  è stata  autorizzata  per  l’anno 2020 la spesa  30milioni di euro, come sottolineato anche dal presidente del consiglio Giuseppe Conte. E’ stato stimato che nei mesi di novembre e dicembre 2020 verranno somministrati 2milioni di tamponi antigenici rapidi ed è stata considerata una tariffa media per la somministrazione dei predetti tamponi di 15 euro per ciascun tampone. A tale importo,  infatti, si perviene facendo la media tra:

  • un costo unitario di 18 euro per la somministrazione dei predetti tamponi da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta presso gli studi medici, in ragione della maggiore complessità organizzativa e delle misure di protezione e di maggior cautela da adottare;
  • un costo unitario di 12 euro per la somministrazione da parte dei MMG e dei PLS dei predetti tamponi effettuata fuori dagli studi medici in cui vi è un minore impatto delle misure di prevenzione da adottare e conseguentemente un minor costo unitario per operazione.

Il referto sarà elettronico e comprensivo dei dati di contatto, imprescindibili per adottare i provvedimenti di sanità pubblica (isolamento e quarantena), nonché per mettere in atto le operazioni di tracciamento dei relativi contatti, e delle ulteriori informazioni che attualmente vengono raccolte tramite la piattaforma istituita per la sorveglianza epidemiologica presso l’ISS dall’OCDPC n. 640 del 2020 (ad es. stato “sintomatico” o “asintomatico”, contatto stretto…) e che sono necessarie allo svolgimento di tutte le funzioni in materia di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 sul territorio nazionale. 


Print Friendly and PDF

TAGS