Day 8, Dakar 2022: i fratelli Totani guadagnano altre due posizioni assolute

di Stefano Nicoli

di Redazione | 10 Gennaio 2022 @ 06:42 | SPORT
day 8
Print Friendly and PDF

Day 8, Dakar 2022: non c’è più la zona desertica attorno a Riyadh a fare da scenario alla Stage 7 della Dakar 2022. Dopo avere infatti trascorso tre giorni nei dintorni della capitale dell’Arabia Saudita, la carovana della 44^ edizione del Rally Raid più famoso del mondo ha fatto rotta verso sud fino a raggiungere il bivacco di Al Dawadimi.

701 sono stati i km complessivamente percorsi quest’oggi, ma 402 sono stati quelli che hanno composto la sezione cronometrata della Speciale che ha aperto la seconda e decisiva settimana di gara. Tra le auto, il primo a tagliare il traguardo è stato Sebastien Loeb. L’alsaziano ha avuto la meglio su Nasser Al-Attiyah e Carlos Sainz, con lo spagnolo che è riuscito a mettere le ruote della sua Audi RS Q e-tron davanti a quelle della vettura gemella di Stephane Peterhansel. La top five è stata poi completata da Yazeed Al Rajhi, mentre in grosse difficoltà è incappato Giniel De Villiers: il sudafricano, in lotta per il podio assoluto, ha perso più di un’ora a seguito di un grosso guasto tecnico occorso al suo Toyota Hilux e ha dunque dovuto dire addio alla speranza di chiudere questa Dakar nei primi tre posti in classifica. 

Non è stata una giornata facile neppure per i fratelli Totani, che in una tappa che più di un pilota ha definito “un casinò” per via delle incognite presenti a livello di navigazione se la sono vista con più di una difficoltà. Oltre a dover affrontare dune distrutte dal passaggio dei camion e l’onnipresente fesh fesh, infatti, Silvio e Tito hanno dovuto avere ragione anche di un problema alla pompa della benzina accusato dal loro Nissan Patrol. “È stata una giornata davvero complicata, siamo un po’ arrabbiati” – spiega Silvio Totani – “Tolte le difficoltà di navigazione che ormai sappiamo essere presenti in ogni Stage, siamo purtroppo tornati ad avere l’ordine di partenza iniziale: di fronte a noi abbiamo quindi trovato un percorso ‘distrutto’ dal passaggio dei camion entrati in Speciale prima di noi. In più, qualche problema accusato dalla nostra auto nel momento sbagliato ci è costato parecchio tempo. Tuttavia, come sempre, abbiamo fatto del nostro meglio per recuperare”. Il forcing tenuto nel finale di tappa da parte dell’equipaggio aquilano, in effetti, sembra avere pagato: con il tempo messo a segno nella Stage 7, infatti, i fratelli Totani guadagnando altre due posizioni nella classifica assoluta andando ad artigliare il 56° posto.

Tra le moto la Stage 7 della Dakar 2022 fa registrare il primo acuto di Jose Ignacio Cornejo Florimo. Il cileno della Honda ha completato i 402 km cronometrati per primo, precedendo così la KTM di Kevin Benavides e l’altra Honda di Joan Barreda, 3° nonostante i postumi di una caduta nella Stage 5. Luciano Benavides e Lorenzo Santolino provvedono a completare la top ten di giornata, mentre incappano in alcune difficoltà di navigazione Matthias Walkner, Sam Sunderland e Danilo Petrucci: i tre hanno perso diversi minuti man mano che si addentravano nella Stage, dovendo quindi accontentarsi di chiudere la propria giornata rispettivamente in 24^, 28^ e 30^ posizione.


Print Friendly and PDF

TAGS