Dante Labs avvia programma ricerca su biosimulazione

di Redazione | 04 Maggio 2022 @ 13:59 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Dante Labs
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Nuovi scenari in relazione alle cure personalizzate più appropriate dopo le diagnosi seguite al test del DNA: Dante Labs , leader mondiale nell’informazione genomica e nella medicina di precisione, annuncia una nuova biosimulazione basata sul genoma e progressi significativi nel suo programma per la scoperta di farmaci, “a dimostrazione del valore del programma di ricerca lanciato con la piattaforma Dante che prevede anche l’utilizzo della intelligenza artificiale”. In particolare, Dante ha lanciato quattro nuovi programmi farmacologici in co-sviluppo con partner esterni in Covid, oncologia e malattie rare e degenerative.

Lo rende noto il CEO di Dante Labs, Andrea Riposati.

“Spesso la prima preoccupazione dei pazienti dopo aver ricevuto una diagnosi attraverso il sequenziamento del genoma intero è quali terapie sono disponibili per il trattamento della loro patologia. Nel tentativo di risolvere questo problema, Dante Labs ha deciso di creare e investire in un programma di ricerca e sviluppo di farmaci – ha spiegato Andrea Riposati, CEO di Dante Labs -. Siamo posizionati nella maniera ideale per fornire soluzioni mediche più complete, dal sequenziamento e dalla diagnosi dell’intero genoma alla scoperta di farmaci e allo sviluppo di terapie per i pazienti”.

L’approccio integrato di Dante a dati, software e intelligenza artificiale ha consentito all’azienda di sviluppare una piattaforma di biosimulazione basata sul database Dante di dati genomici e medici. La piattaforma prevede i cambiamenti nei virus e viene utilizzata da Dante per simulare future varianti del virus SARS-CoV2 responsabile del COVID-19. Dante ha un portafoglio di brevetti esistente che circonda la sua tecnologia mRNA e iRNA e continua a investire e sviluppare brevetti aggiuntivi.

L’iniziativa di Dante nella biosimulazione, che è ancorata ai dati di sequenziamento dell’intero genoma, supporta lo sviluppo di terapie e farmaci, offrendo un approccio più personalizzato e olistico alla medicina. Questo approccio computazionale alla progettazione di nuovi programmi farmacologici è fondamentale per gli sforzi della Società di fornire soluzioni end-to-end a persone per le quali attualmente esistono terapie limitate o assenti per curare le loro patologie.

“Sin dalla sua fondazione, Dante Labs ha finanziato un ampio programma di ricerca e sviluppo con l’obiettivo di creare la prima soluzione end-to-end dalla diagnosi alla terapia con una forte attenzione alle malattie rare e con l’ambizione di esportare il modello in altre aree patologiche, come il cancro, in un futuro prossimo – spiegano gli esperti della multinazionale -. Negli ultimi due trimestri, Dante Labs ha avanzato i suoi programmi di farmaci nelle malattie rare muscolari, nelle malattie rare neurologiche e nell’immunologia nella fase preclinica”. 

Dante Labs, multinazionale presente in 90 paesi al mondo e che ha il suo centro produttivo all’Aquila all’interno del Tecnopolo d’Abruzzo, è una azienda globale di informazioni genomiche che costruisce e commercializza una nuova classe di applicazioni trasformative per la salute e la longevità basate sul sequenziamento dell’intero genoma e sull’intelligenza artificiale. L’azienda utilizza la sua piattaforma per fornire migliori risultati per i pazienti, dalla diagnostica alla terapia, con risorse che includono uno dei più grandi database privati sul genoma con consenso alla ricerca, software proprietario progettato per liberare la potenza dei dati genomici su larga scala e processi proprietari che consentono un approccio industriale al sequenziamento genomico.


Print Friendly and PDF

TAGS