D’Angelo e Dundee, “per il centro storico misure da rivedere”

di Redazione | 21 Luglio 2021 @ 18:22 | POLITICA
D'Angelo e Dundee coraggio italia
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Anche se inizialmente illusi forse dalla sicurezza di poter attivare i servizi necessari eravamo d’accordo nell’istituire l’isola pedonale, oggi ci troviamo a fare delle dovute e giuste riflessioni”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Daniele D’Angelo e Marcello Dundee, consiglieri comunali di ‘Coraggio Italia’.

“Il commercio aquilano già messo a dura prova dalla pandemia e dal terremoto – proseguono – non può ora sopportare un’ennesima flessione economica. Il discorso delle ztl è giusto e bello ma può considerarsi fruttuoso per l’economia di una città ‘normale’, non assolutamente per una città ancora impegnata nella ricostruzione specialmente del suo centro storico e che non ha ancora i giusti servizi; parcheggi, scala mobile funzionante del terminal di Collemaggio e non ultimo il servizio navette di collegamento con il centro.

Noi di ‘Coraggio Italia’ – aggiungono D’Angelo e Dundee – ci assumiamo le responsabilità di dire a questa amministrazione che ora ci vuole l’intelligenza politica di fare un passo indietro e che l’idea di una siffatta ztl non favorisce la crescita e il regolare svolgimento delle attività commerciali che insistono sulla stessa.

Pertanto ascoltando i bisogni degli imprenditori e dei professionisti bisogna rivedere a 360 gradi il progetto. Di certo non vogliamo puntare il dito contro nessuno ma essendo noi stessi imprenditori e professionisti sappiamo che se una misura non dà i giusti risultati va cambiata in tempo reale non in tempi politici.

Pertanto senza esprimere contrarietà assoluta ma dando soluzioni, proponiamo che tale ztl venga adeguata con i seguenti orari, dalle 20:00 alle 06:00 dal lunedì alla domenica, anche se escluderla definitivamente per l’anno in corso, considerato che siamo già a metà estate, e rivederla per l’anno prossimo in base ai servizi che si riusciranno a fornire, non sarebbe del tutto sbagliato.

Il nostro partito – osservano ancora i due consiglieri – nasce con una particolare attenzione e vicinanza alle aziende, al commercio e all’economia reale del territorio, pertanto nella speranza che questa amministrazione ci ascolti rinnoviamo vicinanza ad amici e colleghi che ogni giorno si svegliano e vanno ad aprire le loro attività e che coraggiosamente hanno rivitalizzato il centro.Per concludere – chiosano – auspichiamo una delocalizzazione degli eventi culturali in centro valorizzando piazza Duomo che è una delle piazze più belle d’Italia”. 


Print Friendly and PDF

TAGS