Dalla solidarietà dei giovani nasce all’Aquila il ‘magazzino solidale’

di don Daniele Pinton | 13 Novembre 2020 @ 12:31 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

Nasce all’Aquila il ‘Magazzino solidale’, realizzazione di un sogno di alcuni giovani della nostra Città, che nel dare vita dopo tre anni di riflessione a questo progetto ambizioso di volontariato e di servizio, partono dalla consapevolezza, che a causa della pandemia mondiale, la povertà si è profondamente modificata, travolgendo oggi anche quelle fasce di popolazione, che fino a qualche anno fa potevano ritenersi fortunate.

Alla vigilia della IV giornata mondiale dei poveri, indetta da papa Francesco per il 15 novembre 2020, questa nuova iniziativa di solidarietà e di attenzione agli ultimi, mostra un volto bello e genuino del nostro ‘mondo giovanile’, aperto ai problemi e alle sofferenze degli ultimi.

Pur non identificandosi all’interno di nessuna organizzazione cattolica o politica, Francesco, Luca, Alessandro, Andrea e Marco, partono dal messaggio evangelico della carità e della solifarietà verso gli ultimi e i dimenticati della nostra Città e stanno ufficializzando la creazione di una Associazione di promozione sociale, che avrà come unico scopo quello della solidarietà attraverso un ‘Magazzino solidale’, supportato da iniziative di interesse sociale, come ad esempio la ‘gara di solidarietà’ e soprattutto con la ‘spesa sospesa’, che nei prossimi giorni verrà attivata in molti supermercati dell’Aquila.

Questo gruppo di giovani amici, che ora hanno anche in comune il desiderio di farsi prossimi alle persone in difficoltà, hanno come progetto iniziale, quello di sostenere in questo primo anno di attività, circa centocinquanta famiglia che versano in difficoltà economiche, e analizzando il contesto attuale, hanno voluto sottolineare lo spirito con il quale sono animati.

Oggi la crisi sanitaria si sta evolvendo in crisi economica: sono in molti gli aquilani che vivono difficoltà nel pagare bollette, nel mettere la benzina alle automobili, nel riempire la tavola per la cena. Noi vogliamo cercare di aiutare tutti, nessuno escluso, con serietà e con passione. Dai terremoti di Amatrice e Camerino, passando per Campotosto e per l’emergenza alimentare durante il lock-down del marzo scorso, ci siamo confrontati tante volte con situazioni al limite e abbiamo deciso di metterci in gioco per rendere strutturale il nostro aiuto a questa comunità. Servirà il supporto di tutti: donazioni, spesa e volontariato in ogni forma. Il simbolo della nostra iniziativa, potrà essere reso reale e fattivo con l’aiuto di tutti quelli che possono sostenerci, nell’assoluta trasparenza: due mani e due spighe che si abbracciano. L’invito nel mettere in atto questa iniziativa, è quello di sentirci come comunità aquilana chiamati a far sentire a chi oggi è invisibile, l’abbraccio intero della nostra Città. E questo, avrà ancora più valore, se fatto con discrezione, con responsabilità nel rispetto dell’intimità, del dolore e della dignità di chi chiede aiuto.

Oltre all’iniziativa, che dalla prossima settimana sarà in tanti supermercati aquilani, con la “spesa sospesa”, questo gruppo di giovani, fa appello all’aiuto di tutti per la raccolta di alimenti a lunga conservazione e dispositivi informatici, per allestire il Magazzino della Solidarietà ed iniziare con la distribuzioni.

Per ulteriori informazioni e segnalazioni si potranno contattare i membri dell’Associazione del Magazzino Solidale, ai numeri telefonici 328/3570265 – 346/9605994 – 348/4278409 – 338/4993027, oppure visitando la pagina dell’Associazione all’indirizzo https://www.facebook.com/magazzinosolidaleaq/


Print Friendly and PDF

TAGS