Dal primo gennaio 2022 nuove regole da rispettare per gli appassionati dello sci

di Redazione | 29 Dicembre 2021 @ 05:26 | UTILI
sci regole
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Dal primo gennaio 2022, entrano in vigore nuove regole obbligatorie per gli appassionati dello sci. Dall’assicurazione al casco che devono indossare tutti i minorenni, passando ai comportamenti in pista e fuori pista.

Quindi da sabato si potrà sciare solo avendo con se l’assicurazione obbligatoria, per la responsabilità civile per danni e infortuni provocati a terzi. L’assicurazione può essere acquistata direttamente sugli impianti di sci.

Il gestore dell’impianto dovrà permettere agli utenti di siglare una polizza al momento dell’acquisto dello skipass, anche per un solo giorno.

Gli sciatori che non saranno in possesso dell’assicurazione saranno soggetti al pagamento di una multa dai 100 ai 150 euro e al ritiro dello skipass.

Una cifra che può sembrare molto bassa, ma non lo è se si considera che un’assicurazione per lo sci costa tra un euro e 50 centesimi e 2 euro al giorno (30 per la stagione) e 3 euro quelle che coprono anche gli infortuni (45 euro per la stagione).

Invece, per chi possiede una polizza “Responsabilità civile della vita privata” o del “Capofamiglia”, include tra gli assicurati tutti i componenti del nucleo familiare del sottoscrittore, non è necessario stipulare anche quella da sci, perché è già inclusa.

Comunque lo sciatore deve portare una copia dell’assicurazione e avrà così via libera sulle piste senza spese aggiuntive.

Spesso questa polizza è compresa in quella contro i danni all’abitazione, che offre un massimale (ad esempio di 500mila euro, per un costo annuo tra 60 e 90 euro), per i danni provocati a terzi.

Gli iscritti alla Federazione italiana sport invernali (Fisi) basterà mostrare la tessera federale, perché con l’iscrizione annuale (35 euro) è prevista anche la polizza di responsabilità civile, con un massimale di 500mila euro.

Altra regola importante, in vigore dal primo gennaio 2022, riguarda i minorenni che hanno l’obbligo di indossare il casco. Attualmente il casco lo dove indossare solo gli Under 14 che praticano sci alpino, snowboard, telemark, slitta e slittino.

In caso contrario, è prevista una multa da 100 a 150 euro.

Attenzione poi al casco da acquistare, perché deve essere conforme alle caratteristiche di sicurezza. Chi importa caschi non idonei rischia sanzioni fino a 100mila euro, fino a 5mila per chi li commercializza.

I minorenni che esercitano lo sci da fondo sono liberi di non indossare il casco.

Per quanto riguarda il comportamento sulle piste, cade l’obbligo di precedenza per chi viene da destra e tutti gli sciatori dovranno prestare attenzione alla propria traiettoria. Agli incroci bisogna effettuare deviazioni e ridurre la propria velocità per evitare ogni tipo di collisione.

Si potrà sorpassare sia a monte sia a valle ma a condizione che ci siano spazio e visibilità sufficienti.

Chi non rispetterà le regole può essere multato con una multa dai 50 ai 150 euro.

Non sono esenti dalle nuove regole, ovviamente, chi pratica sci fuori pista, lo sci alpinismo o attività escursionistiche.

In questo settore il pericolo maggiore sono sempre le valanghe.

E così i gestori devono esporre quotidianamente i bollettini dandone massima visibilità.

Va ricordato: se per le condizioni meteo sussiste il rischio di valanghe, tutti gli sciatori devono munirsi degli appositi sistemi elettronici di segnalazione e ricerca, pala e sonda da neve, per garantire un idoneo intervento di soccorso.

Pena una multa da 100 a 150 euro.

Nel frattempo sono diventate obbligatorie anche le mascherine Ffp2 sul alcuni impianti di risalita (cabinovie, funivie, funicolari e seggiovie con cupola quando questa è chiusa.

Da non dimenticare che per andare a sciare bisogna avere il green pass.

In zona bianca e in zona gialla basta essere in possesso del green pass base, invece in zona arancione bisogna avere il super green pass.


Print Friendly and PDF

TAGS