Cultura, D’Amario: “L’Abruzzo avrà la migliore legge di riforma”

L'assessore regionale allo Sviluppo economico, turismo e cultura Daniele D’Amario, replica alle dichiarazioni degli esponenti delle opposizioni nei confronti dei lavori della V commissione ieri

di Redazione | 20 Luglio 2022 @ 08:29 | POLITICA
settimana politica
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Stiano pure tranquilli i consiglieri regionali del Partito democratico, perché presto l’Abruzzo avrà la migliore legge di riordino del sistema culturale regionale, una legge moderna al passo con i tempi che permetterà rinnovato slancio alle biblioteche e musei regionali prestando anche attenzione agli spettacoli dal vivo”. Così l’assessore regionale allo Sviluppo economico, turismo e cultura Daniele D’Amario, replica alle dichiarazioni degli esponenti delle opposizioni nei confronti dei lavori della V commissione ieri.

“Con la legge, finalmente, daremo all’Abruzzo una vera ed efficace Film Commission dopo anni di attesa e di tante chiacchiere – aggiunge D’Amario -. Quello che è successo in commissione è stato un mero incidente procedurale, ancor di più perché la legge che porta la mia firma come proponente, è stata votata in giunta da ben 4 assessori della Lega. Capisco che i consiglieri del Pd siano amareggiati perché la giunta è riuscita a scrivere una legge di riordino del sistema culturale, cosa in cui non era riuscito il passato governo di centrosinistra. Presto – conclude D’Amario – approderanno in aula anche la legge di riordino del sistema turistico regionale e la legge di fusione tra la Fira ed Abruzzo Sviluppo che daranno risposte ad istanze di riforme rimaste disattese per troppo tempo”.


Print Friendly and PDF

TAGS