Crolli via Campo di Fossa, Pd: “Le istituzioni paghino spese del ricorso”

La proposta del Partito democratico dopo la "vergognosa" sentenza civile di ieri che “colpevolizza le vittime del terremoto"

di Redazione | 13 Ottobre 2022 @ 16:28 | POLITICA
sentenza
Print Friendly and PDF

L’AQUIL – “Per la vergognosa sentenza di ieri che ‘colpevolizza’ le vittime del terremoto non dovremo mai smettere di indignarci perché quella sentenza scarica sulle vittime innocenti le responsabilità degli organi che, in quei giorni, cercava di minimizzare o tranquillizzare la popolazione impaurita. Piuttosto, dobbiamo conservare la rabbia e la vergogna – che ieri sera abbiamo urlato all’Aquila dal piazzale del Memoriale alle vittime del 6 aprile – senza cedere allo sconforto o all’amarezza che le parole di quel giudice possono generare”.

Lo scrivono in una nota congiunta gli esponenti del Pd locale e parlamentari, in particolare: i consiglieri regionali Pierpaolo Pietrucci, Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Sandro Mariani; i consiglieri comunali Stefania Pezzopane, Stefano Albano, Eva Fascetti, Stefano Palumbo; i consiglieri provinciali Walter Chiappini e Antonella La Gatta; i parlamentari: Luciano D’Alfonso, Michele Fina; la segretaria comunale dell’Aquila Emanuela Di Giovambattista, il segretario provinciale del Pd Francesco Piacente.  

“La dignità delle vittime è sacra e nessuno, nemmeno un magistrato, può permettersi di calpestarla – si legge ancora nella nota – . Continueremo perciò a confidare nella giustizia e nelle decisioni che potranno, dovranno e sapranno ribaltare l’assurda sentenza di ieri. A maggior ragione, in questa sfida per la giustizia e per il rispetto delle vittime del sisma, lo Stato e le Istituzioni devono essere in prima fila, assumersi le proprie responsabilità e percorrere l’unica strada giusta: difendere i cittadini incolpevoli. Per questo chiediamo che il Comune dell’Aquila, la Provincia, la Regione Abruzzo e ogni altro Ente che avverta il peso e il valore della posta in gioco, deliberino immediatamente di assumersi tutte le spese legali che dovranno essere sostenute dai parenti delle vittime fino alla fine del giudizio. Ci sembra questo il modo responsabile e serio per dimostrare, oltre la solidarietà morale, anche il sacrosanto sostegno concreto verso i cittadini, restituendo alle Istituzioni il coraggio e il prestigio che sempre devono rappresentare”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS