Cretarola (Ugl Telecomunicazioni): “Contact center Inps, allarme ignorato?”

di Redazione | 10 Dicembre 2021 @ 15:43 | ATTUALITA'
Cretarola
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Riceviamo e pubblichiamo da Venanzio Cretarola dell’Ugl Telecomunicazioni Abruzzo

“Proprio mentre in Parlamento si sta approvando la Legge di Bilancio, che contiene due Emendamenti che tentano nuovamente di cancellare la Clausola Sociale di salvaguardia occupazionale – per i 500 del Contact Center Inps dell’Aquila e dei 3.300 a livello nazionale – e nonostante i nostri allarmi ripetuti da mesi, è scesa una coltre di silenzio.

Eppure negli ultimi mesi abbiamo dimostrato di avere ragione, e ce l’hanno data tutti: il Parlamento con il suo Ordine del Giorno di luglio, la Cassazione, il TAR Lazio, Regione Abruzzo e Consiglio comunale dell’Aquila. Ultimamente perfino il Presidente del Consiglio di Vigilanza Inps.

Dopo aver sventato l’Emendamento di luglio scorso un identico Emendamento, ma in realtà peggiorato, è stato presentato di nuovo, un Emendamento che tenta maldestramente di aggirare le leggi dello Stato e le Sentenze ai massimi livelli.”

“Lanciamo l’ennesimo appello alle Istituzioni e alle Forze politiche abruzzesi – incalza Cretarola – date seguito alle assicurazioni di impegno che tutti ci avete fatto: bloccate questo autentico colpo di mano che costituisce un attacco evidente e ingiustificato all’occupazione ed un danno inesorabile per la qualità del servizio pubblico.

Siamo stanchi di convocare noi riunioni su ciò che dovrebbe costituire un dovere civico di tutti, noi e voi. Convocate voi, oggi, subito, una manifestazione pubblica per riaffermare i diritti dei lavoratori. Esigete una presa di posizione contraria del Parlamento.Altrimenti saremo costretti a fare altro.”


Print Friendly and PDF

TAGS