Covid piano sanitario, Verì: “Potenziamento assistenza con infermieri domiciliari”

" Appena abbiamo un focolaio siamo in grado di contenerlo, tutto questo è garanzia di prevenzione"

di Matilde Albani | 30 Settembre 2020 @ 06:00 | ATTUALITA'
pronto soccorso
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Aumento dei posti letto in terapia intensiva, maggiore interazione tra  medicina ospedaliera e territoriale, ma soprattutto assunzione di personale. In questo modo, secondo l’assessore alla sanità  della Regione Abruzzo , Nicoletta Verì verrà fronteggiato il Covid nei prossimi mesi. Un modello integrato, illustrato in commissione, che prevede la figura dell’infermiere di comunità  per alleggerire  il lavoro dei medici. Una riorganizzazione a lungo termine di circa 30 milioni di euro, spalmati soprattutto nell‘assistenza domiciliare integrata con l’organizzazione di personale dedicato che potrà gestire i malati  Covid a casa. ” Appena abbiamo un focolaio, siamo in gradi di contenerlo e siamo bravi con il tracciamento – ha detto la Verì a Laquilablog –  tutto questo è garanzia per la prevenzione. Stiamo predisponendo altri screening oltre il tampone con l’allargamento nell’ambito scolastico attraverso il  test salivare , ci stiamo già muovendo perchè le Asl possano presto attivarlo”.

 

Print Friendly and PDF

TAGS