Covid: “orgoglio paganichese” ferito dal virus, le feste patronali si fermano

di Matilde Albani | 14 Aprile 2020, @03:04 | EVENTI
Print Friendly and PDF

PAGANICA – Una tradizione secolare che non si è mai interrotta neanche sotto terremoto quella delle feste patronali di Paganica. I tre giorni di riti, musica e suoni sembrano lontanissimi.  Piove, e questo non sarebbe una novità per il martedì pasquale, ma a parte qualche macchina, il silenzio è spettrale, ci racconta Ugo De Paulis sulla soglia della sua storica bottega di salumi. Oggi era il giorno della messa con la partecipatissima  processione dalla Chiesa degli Angeli Custodi fino al Santuario della Madonna D’Appari, oggi in una veste surreale. 


Print Friendly and PDF

TAGS