Covid, Mario Draghi propone l’obbligo vaccinale per tutti sopra i 50 anni

di Redazione | 05 Gennaio 2022 @ 17:59 | POLITICA
stato di emergenza
Print Friendly and PDF

ROMA – Manca solo l’ufficialità, ma il Consiglio dei ministri ha deciso l’obbligo vaccinale per tutti sopra i 50 anni. C’è stata una lunga discussione visto che il Pd e Leu erano per l’obbligo vaccinale per tutti, il Movimento 5 stelle per nessuno. Per una linea rigorista anche Forza Italia e Iv mentre la Lega è per l’obbligo vaccinale sopra i 60 anni.

In questo clima é arrivata la proposta del presidente del Consiglio Mario Draghi di puntare sull’obbligo vaccinale sopra i 50 anni. Posizione poi illustrata dall’esecutivo alle Regioni.

E così gli over 50 dovranno presentare la certificazione ‘2G’ (vaccinato o guarito) al lavoro, obbligo vaccinale previsto per chi non lavora, ampliamento il più possibile dell’utilizzo dello smart working e regolare riapertura delle attività scolastiche: sono queste le decisioni emerse finora prima del Consiglio dei ministri che si sta tenendo dalle 17.30.

Restano le fibrillazioni, perché il Movimento 5 stelle ha confermato il no all’obbligo e la Lega si è detta contraria all’obbligo vaccinale indiscriminato, proponendo di utilizzare criteri scientifici e non ideologici.

Novità per l’economia. “Un decreto per nuovi sostegni economici alle attività in crisi a causa del Covid dovrebbe arrivare tra una decina di giorni, attorno alla meta’ di gennaio. E’ quanto si apprende da fonti di governo. Del provvedimento si sarebbe parlato in cabina di regia, concordando sulla necessità di fare un’attenta valutazione di quali attività abbiano bisogno di un intervento”.


Print Friendly and PDF

TAGS