Covid e turismo sportivo di montagna, l’esperto: “Mountain bike opportunità per la ripartenza”

di Mariangela Speranza | 05 Giugno 2020 @ 07:37 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Per vincere nel turismo ai tempi del Covid, occorre offrire alternative diverse rispetto a quelle tradizionali. Alternative che siano sostenibili, destagionalizzate, accessibili a tutti e che, seppur a investimento contenuto rispetto agli sport evergreen di sci e snowboard, possano essere in grado di attrarre moltissimi appassionati della montagna”.

Lo afferma Emanuele De Simone, maestro di sci e presidente della Higer Gran Sasso Activities, associazione nata con lo scopo di promuovere una serie di attività sportive e ricreative nella zona di Campo Imperatore. Insieme all’ex assessore comunale Adriano Perrotti.  l’aquilano si sta occupando, tra le altre cose, anche dell’ultimazione del progetto di introduzione delle hand bike sull’altopiano, grazie alla realizzazione del primo percorso ciclistico in Europa che, dal nome appunto di “Hand bike trail”, si svilupperà interamente all’interno di un Parco nazionale.

Un progetto ambizioso, che dovrebbe concretizzarsi entro il prossimo anno e che rientra appieno tra quelle attività che “come la stessa mountain bike, hanno tutte le carte in regola per trasformare la crisi post-coronavirus in una vera e propria opportunità di rilancio per le montagne dell’Abruzzo interno, grazie non solo alla sua sostenibilità ambientale, ma anche e soprattutto a quella economica”.

“Negli ultimi mesi, stiamo assistendo al boom delle misure per incentivare la mobilità sostenibile – spiega lo stesso De Simone – e chi in questo momento sta acquistando bici e mountain bike, con la ripartenza si aspetterà di trascorrere le proprie vacanze in posti che siano attrezzati anche dal punto di vista sportivo. A livello ambientale abbiamo tutto, ma a livello strutturale siamo piuttosto carenti. Per attuare un potenziamento in questo senso, è quindi necessario entrare nell’ottica di una ripartenza improntata su investimenti innovativi e che, rispetto al passato, valorizzino il turismo sportivo locale nelle sue diverse declinazioni, proprio con l’intento di uscire dalla crisi”.

Una crisi che, con l’emergenza sanitaria, ha duramente colpito tutti i comparti dell’Abruzzo interno, andando letteralmente ad affondare quello turistico, che già risentiva di una dimensione di precarietà intrinseca, all’Aquila ulteriormente amplificata nell’ultimo decennio da elementi esogeni che esulano dal virus in sè. Primo tra tutti, il sisma del 2009, rispetto a cui il territorio aveva appena iniziato a mostrare segnali di ripresa solo negli ultimi mesi.

“Per questo – aggiunge – , occorre fare uno sforzo e impegnarsi in progetti che puntino allo sviluppo di alternative valide, anche rispetto a quegli sport invernali largamente praticati dagli aquilani ma che, in concreto, richiamano pochissima gente da fuori. Da questo punto di vista siamo a mio avviso molto indietro rispetto a tante altre località a cui potenzialmente non abbiamo nulla a che invidiare, ma che hanno investito maggiormente in attività che non fossero solo lo sci o lo snowboard”.

Attività, a detta dello stesso De Simone “poco dispendiose, ma al contempo molto più proficue”.

“La stessa mountain bike è uno sport destagionalizzato – dice ancora – che, pur comportando spese di manutenzione territoriale di molto inferiori rispetto a quelle degli impianti di risalita, richiama moltissima gente. Lo stesso vale per gli sforzi economici volti alla creazione di nuove reti sentieristiche, irrisori se messi a paragone con lo sci. Pur essendo un istruttore e un esperto di attività sulla neve, credo infatti fermamente nel potenziamento di quelle estive. Non che gli sport invernali siano da buttare, ma, in questo senso, in Abruzzo esistono già moltissime realtà ben più consolidate di quelle presenti sul Gran Sasso aquilano. Soprattutto considerando che ormai da noi si scia solo nei mesi freddi, mentre con le bici, si potrebbe riuscire ad attrarre molti più turisti e farlo tutto l’anno”.


Print Friendly and PDF

TAGS