Covid: assenza del difensore, per la Cassazione esistono regole precise

di Redazione | 09 Febbraio 2021 @ 06:20 | LA LEGGE E LA DIFESA
mascherina rapinatore
Print Friendly and PDF

La Cassazione ha confermato un sequestro preventivo anche in mancanza del difensore che non si era presentato a causa della pandemia.

Le assenze dei difensori nelle aule dei processi devono infatti attenersi a precise regole. L’avvocato difendeva una società sulla quale era stata emessa la misura cautelare. Nel ricorso in Cassazione ci si appellava da una parte al fatto che l’udienza camerale fosse stata celebrata il 5 marzo 2020, in assenza del difensore appunto, e nonostante il Consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli avesse proclamato due giorni prima l’astensione da tutte le udienze civili e penali. Dall’altra il fatto che l’aumento dei casi di contagio in Campania, avesse reso impossibile la trasferta a Napoli.

La Cassazione ha rigettato entrambi i motivi ricordando che esistono specifici oneri di comunicazione al ministero della Giustizia e ai vertici degli uffici giudiziari interessati. Il difensore non era legittimato a non presentarsi e soprattutto avrebbe avuto la possibilità di nominare, anche con una delega orale, un sostituto del tribunale di Napoli.


Print Friendly and PDF

TAGS