Covid-19, Locatelli: “Per fine gennaio inizieremo vaccinazioni con Pfizer”

di Redazione | 29 Novembre 2020, @12:11 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

“C’è grande attesa per i vaccini, di cui uno sembrerebbe addirittura conferire immunità sterilizzante: cioè impedire il contagio”. Così il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, parlando del vaccino Pfizer Biontech relativi alla fase pre-clinica sui modelli animali, in un’intervista al Fatto Quotidiano.

“Per fine gennaio in Italia, incrociando le dita rispetto alle approvazioni di Fda ed Ema, le agenzie del farmaco americana ed europea, inizieremo la campagna d’immunizzazione con il vaccino di Pfizer. È falsa – aggiunge –  la notizia che non si stia lavorando alla campagna vaccinale. Già da tempo ci stiamo occupando di distribuzione e pianificazione, tenendo conto delle peculiarità dei vari vaccini in preparazione soprattutto rispetto alla catena del freddo, perché quello della Pfizer che sarà il primo ad arrivare necessita di una conservazione a -70 gradi, richiedendo quindi un sistema di distribuzione particolare e più impegnativo”.

Prima verranno vaccinati “gli operatori sanitari e sotto-sanitari, per proteggere loro stessi e i pazienti: 800 mila persone. Poi gli anziani delle Rsa e gli over 80: quattro milioni e mezzo di persone, di cui circa 300 mila nei presidi residenziali. Si vede la luce, ma deve essere una luce che illumina le intelligenze e le coscienze per evitare di ricascarci. I numeri  – spiega – sono confortanti, ma guai a dimenticare cosa è successo la scorsa primavera e poi un mese e mezzo fa. Per la prima e spero unica volta  – conclude – dovremo dimenticarci di feste in piazza, veglioni, cenoni con parenti e amici. Altrimenti tra tre, quattro settimane pagheremo un altro prezzo altissimo perdendo quanto guadagnato”.


Print Friendly and PDF

TAGS