Covid-19, il vaccino di Oxford in farmacia da gennaio a 2-3 euro?

Sviluppato dall’Università di Oxford in collaborazione con AstraZeneca e l’italiana Irbm di Pomezia

di Redazione | 27 Luglio 2020 @ 10:13 | ATTUALITA'
vaccino capua
Print Friendly and PDF

Arrivano importanti novità sul vaccino contro il Coronavirus sviluppato dall’Università di Oxford in collaborazione con AstraZeneca e l’italiana Irbm di Pomezia: il siero verrà molto probabilmente messo in commercio a partire da gennaio 2021. A prevederlo, in un’intervista rilasciata a Libero, è Piero Di Lorenzo, presidente dell’Irbm di Pomezia, che ricorda che la sperimentazione del vaccino ha raggiunto la fase 3 con ottimi risultati: “La risposta immunitaria è stata promettente e non si sono evidenziate controindicazioni significative”.

Vista la buona riuscita di questa fase della sperimentazione, il vaccino potrebbe arrivare in farmacia quindi prima del tempo previsto originariamente, ovvero la primavera del 2021. Già a gennaio sarà messo in commercio, mentre entro giugno 2021 si prevede la produzione di 2 miliardi di dosi. Qualche indicazione arriva anche sul prezzo del vaccino per il Coronavirus: sarà venduto al prezzo del costo industriale, ovvero 2-3 euro. Oggi, ha spiegato inoltre Di Lorenzo, il vaccino ChAdOx1 (che probabilmente cambierà nome) viene somministrato a 10mila pazienti e, se andrà tutto bene, “a settembre dovrebbe essere prodotto su larga scala”.


Print Friendly and PDF

TAGS