Covid-19, il Governo lavora ai ristori. Saranno limitati ai settori chiusi

di Redazione | 18 Gennaio 2022 @ 08:56 | ATTUALITA'
Covid19-ristori
Print Friendly and PDF

ROMA – “I ristori ci saranno, ma limitati ai settori chiusi dai provvedimenti del Governo: sale da ballo, discoteche, ma anche sport e cinema e più in generale il settore dello spettacolo che ha avuto una riduzione significativa di entrate”.

Come riporta l’agenzia di stampa Italpress, questa sarebbe l’indicazione del Governo. Lo dice la sottosegretaria all’Economia Alessandra Sartore, in un’intervista al Messaggero.

“Saranno riprodotte esattamente le procedure e le modalità già ormai oleate. Dobbiamo intervenire – afferma- per i primi tre mesi dell’anno. Gli aiuti saranno a fondo perduto e a forfait, erogati direttamente dagli organismi competenti”. Anche per il turismo “ci saranno misure di sostegno. Già con l’ultima manovra è stato stanziato un fondo di 150 milioni da destinare soprattutto alle strutture turistiche” afferma.

Sartore spiega che:

“C’è uno spazio certo di un miliardo, al netto della questione caro-bollette. Ma credo che alla fine sarà di più. Inoltre dal primo gennaio è entrata in vigore la riforma degli ammortizzatori sociali. Anche le piccole imprese hanno 13 settimane di Cig da utilizzare. Per lo sport è stata decisa una minore capienza. I cinema e i teatri sono aperti ma sono oggettivamente in sofferenza”.

Per quanto riguarda il turismo:

“Già con l’ultima manovra è stato stanziato un fondo di 150 milioni di euro”.


Print Friendly and PDF

TAGS