Covid-19, Crisanti: “Serve un lockdown come quello di Codogno”

di Redazione | 15 Febbraio 2021 @ 10:55 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Bisognava fare il lockdown a dicembre, prevenendo tutto questo, mentre ora siamo nei guai. Come se ne esce? Con un lockdown duro subito per evitare che la variante inglese diventi prevalente e per impedire che abbia effetti devastanti come in Inghilterra, Portogallo e Israele”. Lo ha affermato il virologo Andrea Crisanti, a La Stampa

 “Va chiuso tutto e va lanciato un programma nazionale di monitoraggio delle varianti. Dove si trovano le varianti brasiliana e sudafricana servono lockdown stile Codogno, non le zone rosse che sono troppo morbide. Il rischio attuale – ha aggiunto –  è la diffusione della variante inglese, che se non si ferma subito aumenterà di molto la circolazione del virus e di conseguenza il rischio ulteriore di altre varianti, tra cui alcune che potrebbero resistere ai vaccini. Credo sia stato giusto confermare Speranza, perché conosce le carte. Però – ha concluso Crisanti –  conta molto chi lo consiglia e lì forse qualcosa va cambiato. Non può rimanere tutto com’è”.


Print Friendly and PDF

TAGS