Coronavirus, studio su Science: la genetica spiega il 15% delle forme gravi

di Redazione | 25 Settembre 2020 @ 17:12 | ATTUALITA'
uomo senza patologie muore a 41 anni per covid
Print Friendly and PDF

La genetica spiegherebbe il 15% delle forme gravi di COVID-19 secondo uno studio pubblicato Science. Lo studio è curato dal Consorzio Internazionale di Genetica, COVIDHGE,  e ha partecipato anche il Laboratorio di Genetica Medica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.
Cause genetiche e immnologiche spiegherebbero secondo lo studio, a cui hanno collaborato più di 250 laboratori in tuto il mondo, il 15% delle forme più gravi di contagio. In particolare è stato osservato in questi pazienti un difetto nella produzione degli interferoni di tipo I (IFN), proteine che aiutano a regolare l’attività del sistema immunitario con funzioni antivirali. I ricercatori hanno esaminato il DNA di oltre 700 pazienti  e identificato mutazioni che diminuiscono la produzione di IFN di tipo I.
In alcuni casi, invece, sono stati identificati degli auto-anticorpi che bloccano l’azione dell’IFN di tipo I (10-11% delle forme gravi).
Il campione di controllo era composta da 1.227 individui sani ha valutato la prevalenza di questi auto-anticorpi nello 0,33% della popolazione generale, con una prevalenza quindi di 15 volte inferiore a quella osservata nei pazienti con forme gravi. 

Print Friendly and PDF

TAGS