Coronavirus: sospese in tutto il territorio italiano le Messe fino al 3 aprile

Anche all’Aquila i sacerdoti celebreranno a porte chiuse

di don Daniele Pinton | 08 Marzo 2020 @ 20:18 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Con il decreto emanato oggi, 8 marzo 2020, come determinato nell’art.2, concernente le ‘Misure di contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19, sono vietate tutte le celebrazioni eucaristiche con il ‘concorso’ di popolo, fino al 3 aprire 2020.

La Chiesa italiana, nella serata di oggi ha trasmesso un comunicato ufficiale con il quale, attraverso i vescovi diocesani, si attualizzano le norme stabilite dal Consiglio dei ministri.

Comunicato della Cei

‘La Chiesa che vive in Italia e, attraverso le Diocesi e le parrocchie si rende prossima a ogni uomo, condivide la comune preoccupazione, di fronte all’emergenza sanitaria che sta interessando il Paese. Rispetto a tale situazione, la CEI – all’interno di un rapporto di confronto e di collaborazione – in queste settimane ha fatto proprie, rilanciandole, le misure attraverso le quali il Governo è impegnato a contrastare la diffusione del “coronavirus”. Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, entrato in vigore quest’oggi, sospende a livello preventivo, fino a venerdì 3 aprile, sull’intero territorio nazionale “le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri”. L’interpretazione fornita dal Governo include rigorosamente le Sante Messe e le esequie tra le “cerimonie religiose”. Si tratta di un passaggio fortemente restrittivo, la cui accoglienza incontra sofferenze e difficoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli. L’accoglienza del Decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare, anche in questo frangente, la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica’.

Nella diocesi all’Aquila, come in tutto il resto del territorio italiano, pur rimanendo aperte le chiese per la preghiera personale dei fedeli, saranno sospesi oltre alla Santa Messa feriale e festiva, anche matrimoni, battesimi, cresime e funerali. Qualora i sacerdoti dovessero celebrare l’Eucaristia quotidiana, in ottemperanza alle disposizioni emanate, non potranno parteciparvi i fedeli.

Per la Chiesa, è questo un momento di grande sofferenza, ma la comunione spirituale tra i presbiteri e le comunità a loro affidate, non verrà meno. Sarà la preghiera il luogo di comunione spirituale per le comunità parrocchiali.

Per permettere ai fedeli della Città dell’Aquila di partecipare alle celebrazioni eucaristiche domenicali, ma soprattutto per favorire di mantenere un legame di fede in Cristo e di comunione spirituale con le comunità del Centro Storico, nonostante la crisi emergenziale causata dal coronavirus, prosegue l’impegno delle testate giornalistiche L’Aquilablog, insieme ad Abruzzoweb di trasmettere in diretta streaming dai loro canali web, il programma predisposto dal Capitolo Metropolitano dei Canonici dell’Aquila, iniziato domenica 1 marzo 2020 nella Chiesa di S. Maria del Suffragio alle 17,30 con i Vespri Capitolari cantati e alle 18,00 con la S. Messa Capitolare durante la quale la predicazione quaresimale, sarà tenuta da due religiosi della Diocesi.

Le celebrazioni Capitolari, da domenica 15 marzo 2020, saranno celebrate a porte chiuse e i fedeli che desirano partecipare spiritualmente a questi momenti di preghiera e di riflessione nel tempo della quaresima, potranno farlo attraverso i canali web.


Print Friendly and PDF

TAGS