Coronavirus, ricostruzione: possibile presentare progetti anche senza verbale consorzio

di Redazione | 27 Marzo 2020, @10:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Da lunedì 30 marzo i progetti per la ricostruzione post sisma 2009 potranno essere presentati all’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Aquila (Usra) anche senza verbale di approvazione dell’assemblea, che potrà essere adottato anche in un secondo momento e comunque prima dell’inizio dei lavori.

Lo rendono noto il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e il titolare dell’Usra, Salvatore Provenzano, che predisporrà un atto specifico in tal senso.

“In questo momento – hanno spiegato Biondi e Provenzano – le assemblee condominiali e dei consorzi per la ricostruzione non posso riunirsi, a causa dell’emergenza coronavirus; tuttavia è intenzione di Comune e Usra non rallentare l’attività legata alla ricostruzione post terremoto e per questo da lunedì Amministratori, Presidenti di Consorzi, Procuratori Speciali e Proprietari potranno depositare all’Ufficio Speciale, attraverso la nuova Piattaforma di Acquisizione Online, raggiungibile sul sito Usra www.usra.it alla sezione “Consegna i documenti online #iorestoacasa, i progetti anche senza il provvedimento di approvazione degli organismi in questione (per lo più si tratta di progetti relativi alla parte seconda, visto che quasi tutti ormai hanno prodotto quelli riferiti alla parte prima). L’Usra provvederà all’istruttoria e poi trasmetterà la pratica al Comune per il rilascio del contributo; a quel punto potrà essere formalizzata la delibera dell’assemblea condominiale o consortile a ratifica della presentazione già fatta dai responsabili”.

“Si tratta di un’altra misura che, da una parte, mira a non interrompere il percorso virtuoso della ricostruzione e dall’altra intende fornire fin da ora un’opportunità per il rilancio economico e produttivo del territorio – ha concluso il sindaco Biondi – depositando subito i progetti e ottenendo il contributo adesso che i cantieri sono praticamente fermi, i lavori potranno essere iniziati subito dopo la fine dell’emergenza dietro approvazione del progetto a ratifica. Di questa opportunità potranno beneficiare anche i consorzi diffidati, per i lavori agli aggregati di riferimento mai iniziati o fermi da tempo”.


Print Friendly and PDF

TAGS