Coronavirus, pizzeria aquilana porta la dolcezza di San Giuseppe in ospedale: donate oltre 120 zeppole artigianali

di Mariangela Speranza | 19 Marzo 2020 @ 16:16 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Coronavirus non ferma la festa del papà, che diviene anzi l’occasione per regalare un po’ di dolcezza a chi si trova ogni giorno in prima linea ad affrontare l’emergenza sanitaria.

La pizzeria La Caja, situata in zona Villa Gioia, all’Aquila, ha infatti donato zeppole artigianali all’ospedale San Salvatore, proprio in occasione della festa di San Giuseppe.

L’iniziativa è avvenuta alla presenza del dirigente medico del reparto Radioterapia oncologica del nosocomio aquilano Pietro Franzese.

“Ringraziamo oggi la pizzeria La Caja – ha detto – che con questo gesto ha rallegrato tutto il reparto, dove si sta lavorando per garantire comunque le terapie ai pazienti oncologici e, allo stesso tempo si sta cercando, di stare attenti attenti a non essere contagiati. Si tratta di un momento difficile, dobbiamo restare uniti e dobbiamo far vedere alla gente che stiamo lavorando qui per loro, rischiando anche quella che è la nostra vita”.

Oltre 120, in particolare, le zeppole distribuite ai medici, agli infermieri e agli operatori dei reparti di Pronto Soccorso, Chirurgia e Radioterapia oncologica, oltre che ai sanitari impegnati da giorni all’interno della struttura G8.

Un gesto, quello di stamattina, che per la titolare della pizzeria ha rappresentato semplicemente un modo “per dimostrare vicinanza a chi si trova da settimane a fronteggiare la lotta al Coronavirus.

“Tra donazioni e volontariato ognuno sta facendo il possibile – ha detto all’AquilaBlog – e anche noi, nel nostro piccolo, abbiamo voluto contribuire a chi da giorni è impegnato a curare i pazienti”.


Print Friendly and PDF

TAGS