Coronavirus: oltre 500 medici abruzzesi in pensione pronti a tornare

di Redazione | 21 Marzo 2020 @ 15:58 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

PESCARA – Oltre 500 medici, infermieri e operatori socio-sanitari abruzzesi in pensione si rende disponibile a scendere in campo volontariamente nella battaglia contro il Coronavirus, negli ospedali di Abruzzo e Molise.

Come si legge sull’Ansa, a renderlo noto sono il professor Raffaele Tenaglia, ex primario di Urologia all’ospedale di Pescara, e il dottor Walter Palumbo, in una lettera indirizzata al presidente della giunta regionale abruzzese Marco Marsilio.

“Abbiamo deciso di chiamarci ‘i riservisti’ – hanno spiegato – perché nel passato, in periodo di guerra, e questa lotta contro il Coronavirus è una guerra, il Paese per aumentare la sua forza combattiva richiamava in servizio coloro i quali avevano lasciato il servizio militare attivo”.


Print Friendly and PDF

TAGS