Coronavirus L’Aquila: Benedetti (Pd) chiede la convocazione urgente del consiglio comunale

di Redazione | 16 Marzo 2020, @01:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Chiedo al presidente del consiglio comunale di procedere ‘ad horas’ alla convocazione di un consiglio comunale”.
 
A scriverlo in una nota il presidente del Partito democratico L’Aquila ed ex presidente del consiglio comunale, Carlo Benedetti.
 
“È infatti il consiglio, oggi completamente esautorato, a dover decidere le linee di indirizzo nella gestione dell’emergenza a partire dalla necessità di istituire il Coc – dice Benedetti -. Così facemmo durante il terremoto quando tutti gli oggetti delle Opcm e dei decreti commissariali vennero discussi e decisi in Consiglio che si riunì per circa 120 volte su questi argomenti. C’era anche Tinari, allora, in Consiglio comunale. Tutti devono riconoscere che il Consiglio ebbe un ruolo centrale e propositivo”.
 
“Gli ordini del giorno più importanti furono firmati infatti, da me e dal senatore Enzo Lombardi, capo politico morale dell’opposizione, presidente della Commissione di garanzia – prosegue -. Franco Mucciante, esponente di spicco di Forza Italia, venne eletto presidente della commissione bilancio. Si arrivò a proporre, inoltre, l’ingresso in giunta anche all’opposizione: altri tempi, altri scenari politici ed altri uomini”.
 
“Sono certo che Tinari saprà difendere l’istituzione come spesso tocca ai presidenti del consiglio comunale come ho fatto io – prosegue Benedetti -. È importante creare le migliori condizioni per superare questo momento difficile. Inizi subito a far sanificare i locali comunali dove lavoratrici e i lavoratori dell’Ente si recano quotidianamente, anche in piena emergenza, e i locali del consiglio. Faccia distribuire le mascherine protettive utili a proteggere la salute di tutti e che non servono solo a farsi i selfie; le distribuisca a consiglieri e dipendenti ed inizi a far lavorare il consiglio”.
 
“Ricordo che nel 2020 – conclude – esistono anche mezzi tecnologici cui far ricorso per consentire riunioni e lavoro di squadra, strumenti utili a tutelare la salute in tempi di pandemia e che consentirebbero il pieno coinvolgimento dell’intero consiglio. Perché uniti si vince”.
 

Print Friendly and PDF

TAGS