Coronavirus, il modello che spaventa l’Italia: 1500 casi al giorno a settembre

di Redazione | 17 Agosto 2020, @06:08 | ATTUALITA'
coronavirus abruzzo
Print Friendly and PDF

I rischi di una seconda ondata cominciano a farsi concreti e anche i modelli matematici confermano le preoccupazione. Una simulazione prevede 1000 casi al giorno di coronavirus entro fine agosto, 1500 a settembre. Oggi siamo già intorno ai 500. 

A settembre i focolai potrebbero diventare ingestibili e sfuggire al controllo delle autorità sanitarie, il che con l’arrivo delle influenze stagionali potrebbe aprire la strada alle temuta seconda ondata di contagi e ricoveri. 

La simulazione è di un team di scienziati italiani composto dai professori Flavio Tonelli e Andrea De Maria dell’Università di Genova (docenti di Simulazione dei sistemi complessi e Malattie infettive) e dall’esperto informatico Agostino Bianchi. “Di questo passo i nuovi contagi quotidiani potrebbero arrivare a 1.000 entro fine agosto e superare i 1.500 a fine settembre”, ha dichiarato a Repubblica il professor Tonelli.

Print Friendly, PDF & Email

Print Friendly and PDF

TAGS